Home News Asus G51 con Intel Calpella e Clarksfield

Asus G51 con Intel Calpella e Clarksfield

Asus G51 con Intel Calpella e ClarksfieldMercoledì scorso abbiamo scoperto i primi notebook con Intel Calpella, Clevo W870CU e W860CU. L'azienda taiwanese non è pero' l'unica a rivelare dei modelli basati sulla futura piattaforma mobile. E' il caso di Asus e del nuovo G51.

Asus ha presentato in occasione del Computex 2009 un computer portatile basato su Calpella, una macchina da gioco appartenente alla famiglia G51. In questo articolo vi avevamo informati sull'annuncio di una nuova declinazione basata su Centrino 2, mentre il computer portatile Asus presentato oggi è una workstation con Intel Calpella e processore Clarksfield. Quest'ultimo, ricordiamo, è una CPU Quad Core dotata di 8MB di cache L2 e di HyperThreading, che permette di raddoppiare le capacità in multitasking simulando la presenza di 8 core.

Notebook da gioco Asus G51 con processore Clarksfield e Calpella

Per il momento le specifiche tecniche di Clarksfield non sono definitive e, secondo le ultime indiscrezioni, Intel potrebbe optare per un processo pruduttivo a 32nm, invece dei 45nm annunciati fino ad oggi, e di una cache più capiente. La scheda grafica integrata in questo modello è firmata Nvidia, ed anche se non si conosce il modello esatto, si ipotizza una Geforce GTX 260M, come l'Asus G51 presentato alcuni giorni fa, o una Geforce GTX 280M. Il sistema permette di riprodurre i giochi Far Cry 2 e Crysis in una risoluzione di 1920×1080, formato 16:9, senza alcun tentennamento.

Lo spessore di Asus G51 non ha certamente paragoni con gli ultraportatili CULV o i netbook Asus Eee PC Seashell, ma coloro che hanno potuto ammirarlo dal vivo, hanno constatato con piacere che è più sottile della gran parte dei gaming notebook lanciati negli ultimi anni. La piattaforma Calpella e l'architettura Nehalem andranno ad affiancarsi a Centrino 2, per poi sostituirlo, a partire dal terzo trimestre dell'anno.

 

Commenti (2) 

RSS dei commenti
Dal momento che la maggior parte dei quad-core Clarksfield è meno clockata rispetto agli attuali quad-core Penryn, non vedo l'ora di osservare qualche benchmark per verificare la bontà della nuova architettura Nehalem mobile. Visti i costi annunciati per i processori ci si aspetta decisamente qualcosa di buono.  
0

Galadh

giugno 06, 2009

la notizia conferma le indiscrezioni apparse qualche giorno fa circa un ingresso graduale di Calpella, che dovrebbe prima affiancarsi a Montevina, andando ad equipaggiare i notebook top di gamma tipo workstation, gamestation e multimediali da salotto di fascia alta

insomma la scelta mi sembra molto netta e la direzione dovrebbe essere proprio quella delle performance, quindi mi aspetto un bel boost prestazionale  
0

Dgenie

giugno 06, 2009

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy