Home News ASUS Transformer Prime: recensioni e primi benchmark

ASUS Transformer Prime: recensioni e primi benchmark

ASUS Transformer Prime: recensioni e primi benchmarkDopo l'unboxing e le prime impressioni a caldo ecco, arrivano alcuni benchmark più approfonditi, che ci danno una misura più precisa delle reali capacità di questo ibrido tablet/notebook.

Oltre alle prime impressioni di ASUS Transformer Prime, emergono in Rete i risultati di diversi benchmark sintetici, che ci forniscono indicazioni più precise sulle effettive potenzialità di questo tablet. Se dunque le ad una prima occhiata il device incassa giudizi positivi, vediamo se i test oggettivi confermano l'ottima qualità generale di questo dispositivo. In particolare i colleghi di Android And Me hanno comparato le prestazioni di Asus Transformer Prime con quelle di alcuni tablet basati sul precedente Tegra 2, come i Samsung Galaxy Tab 10.1 e 8.9 e il Sony Tablet S e con il Samsung Galaxy Tab 7.0 Plus, che invece adotta il SoC Samsung Exynos 4210.

Asus Eee Pad Transformer Prime

Il primo test ad essere svolto è stato Antutu, un benchmark sintetico che misura le prestazioni di RAM, CPU, sia nei calcoli a virgola fissa che mobile, grafica 2D e 3D, velocità in scrittura e lettura su memorie SD e velocità delle operazioni di I/O da database. I primi risultati mostrano chiaramente che Tegra 3 domina per RAM e per prestazioni del processore, ma in tutti gli altri ambiti offre performance sostanzialmente allineate a quelle offerte dai tablet attuali.

Asus Transformer Prime AnTuTu

CF-Bench, che misura invece le prestazioni delle CPU multi core, mostra ancora una netta superiorità di Tegra 3 sui concorrenti, con performance quasi doppie, ma ancora una volta, calando queste prestazioni in un contesto reale, ad esempio testando le capacità con Java, Tegra 3 risulta allineato alla media. GL Benchmark 2.1 invece permette di rilevare le prestazioni grafiche con le API OpenGL ES 2.x. Il test è stato svolto in modalità offscreen, così da non inficiarne l'affidabilità a causa delle differenti risoluzioni dei vari tablet coinvolti. Qui i risultati sono variabili e vedono Tegra 3 in testa per quanto riguarda il test Egypt e secondo subito dietro il Samsung Exynos 4210 nel test Pro.

Asus Transformer Prime CFBench

Questo testa a testa tra le due soluzioni adottate nel SoC Nvidia e in quello Samsung è confermata anche da un altro bench OpenGL, il NenaMark 2, che ha visto di poco avanti la soluzione del Green Team. Infine sono state testate le prestazioni del browser che, come detto, non hanno convinto tutti i recensori. In questo scenario sono stati utilizzati due tool, SunSpider JavaScript 0.9.1 e RightWare Browsermark. Il primo permette di rilevare le prestazioni in JavaScript, escludendo DOM e altre API per browser. Qui ancora una volta è risultato avanti il Samsung Galaxy Tab 7 Plus, dotato del SoC Samsung Exynos 4210, col Transformer Prime subito a ridosso, ma c'è da dire che il primo ha una risoluzione leggermente inferiore e quindi renderizzare le immagini su uno schermo più ampio può presentare una difficoltà maggiore.

Asus Transformer Prime GLBenchmark

Anche nel secondo benchmark il risultato non cambia e l'Exynos 4210 resta davanti al Tegra 3, anche se di poco. Alla fine dunque se c'è un punto debole sembra essere ancora una volta il browsing. Non che sia lento, anzi in realtà, come riportato anche da altri colleghi, probabilmente è il più veloce mai visto su un tablet Android, ma restano a volte degli impuntamenti improvvisi che a questo punto sembrerebbero imputabili proprio alle soluzioni Nvidia Tegra, sia 2 che 3, visto che il Samsung Galaxy Tab 7 Plus è anch'esso basato su sistema operativo Google Android ma non mostra queste difficoltà. Sostanzialmente comunque tutti confermano la qualità generale dell'ASUS Eee Pad Transformer Prime.

Asus Transformer Prime SunSpider

Materiali migliori, estetica superiore, peso e spessore contenuti, nonchè la presenza dell'ottimo display Super IPS+, lo pongono ai vertici qualitativi della categoria, mentre la tastiera/docking station, la grande autonomia e la potenza di calcolo della piattaforma, pur con qualche piccola riserva, sono altrettanti punti di forza aggiuntivi di questo interessante tablet ibrido, tanto che i colleghi di Android And Me, ma non solo loro, si sono spinti a dire che ormai l'ASUS Transformer Prime può considerarsi altrettanto valido di un notebook nello svolgere il 95 % dei task tipici dell'utente medio e che ci troviamo di fronte a un nuovo scenario per quanto riguarda invece i videogiochi.

Pur non eguagliando infatti ancora i titoli disponibili sulle console di ultima generazione, Il Prime offre una grafica del tutto allineata a quella disponibile su XBox o PS2 e sarà solo questione di tempo prima che le console, così come le consociamo noi, cadano nel dimenticatoio e la nuova piattaforma da gioco diventi il tablet. Isomma, sembrerebbe davvero che questo ASUS Eee Pad Transformer Prime sia "il miglior tablet che potrete acquistare". Vedremo se a gennaio, con l'esordio di altri device simili anch'essi quad core l'affermazione sarà ancora vera, in ogni caso il Prime resta un prodotto davvero superbo.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy