Dite addio ai tablet Windows RT con CPU TI OMAPCon un comunicato stampa, Texas Instruments ha dichiarato ufficialmente di lasciare il settore della telefonia mobile (chip per tablet e smartphone) e il licenziamento di 1700 dipendenti, con un risparmio di 450 milioni di dollari. Dite addio ai tablet Windows RT con CPU TI OMAP.

Ormai da tempo, correva voce che Texas Instruments fosse in difficoltà nella produzione di chip per il settore degli smartphone e dei tablet, ma analisti ed esperti erano anche fiduciosi in una ripresa. Evidentemente si sbagliavano. Con una dichiarazione ufficiale, rilasciata ieri, TI ha annunciato il licenziamento di 1700 dipendenti - su 35.000 - nel mondo e lo sviluppo delle sue attività solo nel settore dei sistemi integrati e soluzioni wireless, un'area in cui l'azienda si aspetta maggiore stabilità a lungo termine a differenza del segmento mobile, dove era costretta a scontrarsi con una forte concorrenza

Texas Instruments OMAP 5

"TI aveva già espresso in passato la sua intenzione di lasciare il settore mobile" ha dichiarato la società, aggiungendo che questo cambiamento richiederà meno risorse e meno investimenti. Il mercato dei chip mobile è tra i più attivi del momento: Samsung produce il proprio SoC per dotare i propri smartphone e rappresenta un terzo delle vendite nel terzo trimestre 2012, mentre l'americana Qualcomm occupa la metà del mercato dei SoC nello stesso periodo. E' evidente, dunque, che TI soffochi tra i due colossi, nonostante le buone prestazioni dei suoi chip OMAP.

Il piano di riorganizzazione consentirà al gruppo di risparmiare 450 milioni di dollari entro la fine del 2013. Di conseguenza, TI maturerà un fatturato di 325 milioni di dollari nel suo quarto trimestre fiscale, non previsto dalle stime precedenti. Con l'abbandono di Texas Instruments, quale sarà il primo cambiamento nel mercato dei chip per smartphone e tablet? Prima di questo annuncio, si credeva che TI potesse avere un ruolo fondamentale nella diffusione dei tablet Windows RT, perchè la società faceva parte - con Nvidia e Qualcomm - del primo team a lavoro sui prototipi con il supporto di grossi produttori, come HP e Samsung.

I tablet Windows RT, quindi, potevano integrare CPU OMAP, oltre che Tegra 3 e Tegra 4 e Snapdragon, ma questa decisione cambia radicalmente il gioco. L'uscita di TI dal mercato di smartphone e tablet lascerà spazio ai suoi concorrenti che si divideranno una fetta più grande del mercato, a discapito dei consumatori. Ricordiamo inoltre che il noto Kindle Fire di Amazon integra una CPU OMAP 4, come cambiera la sua scheda tecnica?

Commenti