Image"Salviamo XP" e' il nome di una petizione on-line che ha l'obiettivo di convincere Microsoft a non staccare la spina al vecchio sistema operativo. Per tutti quelli che si sentono a disagio con Windows Vista.

Come ben sappiamo, Microsoft ha previsto la cessazione di Windows XP a partire dal prossimo 30 Giugno, data in cui il vecchio sistema operativo andrà definitivamente in pensione con un ritardo di sei mesi rispetto alla scadenza prevista inizialmente. E' facile immaginare che non tutti gli utenti condividano questa scelta, in quanto sempre più spesso si abbandona il nuovo Windows Vista per tornare al comodo e familiare Windows XP, nonostante la sua interfaccia grafica meno luccicante.

Ormai il dado è tratto, ma è possibile cambiare gli eventi? Secondo i colleghi di InfoWorld gli utenti potrebbero giocarsi l'ultima carta, con una petizione on-line, che ha lo scopo di persuadere Microsoft a concedere una proroga alla fatidica scadenza del 30 Giugno. E' stato anche registrato un dominio, savexp.com, che dovrebbe fungere da catalizzatore di tutti i nostalgici di XP.

Image

L'iniziativa non è mossasolo da questioni "sentimentali", ma anche da fattori più concreti, primo fra tutti la stabilità e compatibilità del vecchio sistema operativo con tutti i programmi in commercio, sia per utenti consumer che per professionisti. Questi ultimi in realtà rappresentano la fetta di clienti meno motivata al passaggio a Windows Vista, per i costi, per l'affidabilità e per una veste grafica del tutto inutile per le loro attività.

Fino ad oggi, sono più di 21.500 le firme raccolte dalla petizione "Salviamo XP". Si potrà firmare fino al mese di Giugno, dopodichè sarà comunicato a Microsoft il numero di sosttoscrizioni. Staremo a vedere se l'azienda di Redmond ascolterà i suoi utenti o se sarà la logica commerciale a prendere piede.


Google News
Le notizie e le recensioni di Notebook Italia sono anche su Google News. Seguici cliccando sulla stellina

Commenti