Tastiera e touchpad

La tastiera è a isola, retroilluminata e QWERTY. Specifico che ha un layout italiano perché potrebbe essere l'ago della bilancia per chi non ha dimestichezza con quella inglese. Ci sono le lettere accentate, l'apostrofo e le seconde funzioni proprio dove ci aspettiamo che siano. Non avrete nessun impiccio come su alcuni prodotti orientali.
La retroilluminazione è di colore bianco, ha due diversi tipi d’intensità e, sebbene non sia perfetta, funziona!

I tasti sono ben equilibrati, hanno un’altezza di sette millimetri e l’attuazione è quasi chirurgica. Meno brillante l’innesto del tasto “Spazio”, anche se penso sia un’imprecisione della mia unità. Il touchpad è estremamente largo. Al suo interno c’è il sensore per il riconoscimento dell’impronta digitale. Quest’ultimo è meno performante di quelli montati sui moderni smartphone, ma permette di mettere al sicuro tutti le nostre informazioni più preziose.
La superficie tattile del dispositivo di puntamento, come detto, è molto estesa e supporta il multi-tocco, funzionalità che, seppur ben funzionante, perde qualche colpo con alcuni tipi di gesture implementate in Windows.
Il puntatore segue pedissequamente il tipo di movimento e questo è quello che conta di più.

Una vera rarità la tastiera con layout italianoIl touchpad integra anche un fingerprint reader

Disassemblaggio

La semplicità con cui è possibile accedere ai componenti interni è una delle qualità che più ho apprezzato di questo laptop. Il pannello inferiore si svita e stacca con facilità e vi permette di fare interventi di manutenzione ed upgrade. In realtà le capacità di upgrade sono limitate unicamente al modulo SSD M.2 2280, che può essere raggiunto anche più velocemente perché è provvisto di un suo sportellino dedicato, mentre il resto dei componenti sono saldati.

Aprire il telaio dell'E-Book Pro è semplicissimo!

Sul lato sinistro della batteria c'è una IO board separataLa speakerbar con 4 altoparlanti

La batteria è posizionata al centro con in cima la speakerbar con i 4 altoparlanti ed ai lati la motherboard e la IO board. Un dissipatore in rame ricopre la motherboard quasi per intero e costituisce l'unico elemento di un sistema di raffreddamento completamente passivo e quindi assolutamente silenzioso. Dentro lo chassis è tutto ordinato e ben assemblato.

Un dissipatore in rame ricopre la motherboard

Uno sportellino sul fondo permette di accedere al vano per SSD M.2A parte l'SSD, gli altri componenti sono saldati

  • Indietro
  • Avanti

Commenti