Home News FCC approva Project Soli, presto dispositivi con air-gesture

FCC approva Project Soli, presto dispositivi con air-gesture

FCC approva Project Soli, presto dispositivi con air-gesturesLo sviluppo di Project Soli è iniziato nel 2015, ma solo quest'anno potremo assistere al debutto commerciale dei primi dispositivi basati sulla nuova tecnologia radar per air-gestures. Dalla FCC è arrivato il nullaosta.

Project Soli è una nuova tecnologia messa a punto da Google per controllare smartphone, tablet, smartwatch e qualsiasi altro dispositivo elettronico senza toccarlo o impartire comandi vocali, ma semplicemente con piccoli e precisi movimenti delle dita. La prima demo di Project Soli è stata mostrata nel 2015 e, nel corso di questi anni, Mountain View ha continuato lo sviluppo del chip lavorando soprattutto sulla miniaturizzazione, ma per il momento non è ancora disponibile un prototipo definitivo né si conoscono i prodotti che sfrutteranno questa tecnologia.

Google Project Soli

Il 2019 però potrebbe essere l'anno della svolta: stando a quanto riferito da Reuters, l'ente americano FCC avrebbe concesso a Google il permesso di utilizzare la sua tecnologia di radiorilevamento (radar) a corto raggio nelle frequenze da 57 a 64GHz a livelli di potenza più elevati rispetto a quanto pianificato in precedenza, aprendo così la strada alla distribuzione di dispositivi compatibili con Project Soli. Presumibilmente, il nullaosta permetterà a Google di offrire prestazioni migliori ed allargare il campo di utilizzo anche a nuovi scenari.

Il chip Soli misura 8 x 10 mm ed integra un sensore ed un array di antenne, grazie ai quali i dispositivi potranno tracciare movimenti. Il team di Google ATAP (Advanced Technologies and Products) ha mostrato una serie di prototipi hardware, in cui il sistema radar e le gestures 3D permettono di scorrere, toccare, selezionare e trascinare elementi visualizzati su un piccolo schermo.

Ad esempio, con Project Soli, è possibile attivare un pulsante virtuale, un quadrante per impostare l'orologio, muovere le dita per calciare un pallone virtuale in un gioco ed eseguire altre azioni. Il chip non riconosce solo i movimenti delle dita nello spazio ma anche la distanza mano-chip, associando a ciascuna gesture una determinata operazione: spostando la mano verso un dispositivo o allontanandola dallo stesso, potrete sfogliare un menù di sistema o scorrere dei contenuti.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy