Home News Microsoft e Qualcomm, insieme per un reference design per Windows Phone

Microsoft e Qualcomm, insieme per un reference design per Windows Phone

Microsoft e Qualcomm, insieme nello sviluppo di un reference design per Windows PhoneMicrosoft ha svelato durante il Mobile World Congress il proprio piano di collaborazione con Qualcomm per creare un reference design di smartphone con Windows Phone, in modo da accelerare e rendere più semplice ed economico lo sviluppo di device col proprio sistema operativo mobile.

A molti la notizia sarà sfuggita ed infatti è passata in secondo piano, ma l'annuncio fatto da Microsoft durante il Mobile World Congress per bocca di Joe Belfiore, corporate vice president e manager del Windows Phone Program, è invece fondamentale e anzi potrebbe segnare una svolta nelle sorti del sistema mobile del colosso di Redmond, che nell'anno passato ha conosciuto una discreta crescita, portandosi in terza posizione rispetto ad Apple iOS e Google Android, ma resta ancora lontano nei numeri, legati quasi esclusivamente alle vendite degli smarthone Nokia. Decisamente troppo poco per sperare di competere ad armi pari con i due colossi che gli stanno davanti.

Microsoft e Qualcomm reference design

La soluzione allora è semplice: rafforzare la presenza degli smartphone WP based, aumentando il numero dei propri partner hardware. Per farlo Microsoft ha stipulato una partnership con Qualcomm nello sviluppo di un reference design per i device con Windows Phone. In realtà i reference design Qualcomm per gli smartphone esistono da diversi anni e più recentemente il chipmaker ha introdotto anche quelli per i tablet. Finora però erano rivolti unicamente a velocizzare il più possibile la diffusione e l'adozione dei SoC del chipmaker californiano nei mercati emergenti. Ora invece, con la collaborazione di Microsoft, il tutto sarà specificamente focalizzato sull'ottenimento dello stesso risultato ma per i soli smartphone con Windows Phone.

Con i nuovi reference design, Microsoft e Qualcomm forniranno design interno, schema della motherboard ed anche software, firmware, SDK, tutto quello che occorre per sviluppare uno smartphone basato su chip Qualcomm e, appunto, sistema operativo Windows Phone. Interessante è anche notare che i reference design faranno uso dei SoC Qualcomm Snapdragon 200 o 400, quelli di fascia medio-bassa, che consentiranno soprattutto la realizzazione di smartphone economici destinati al mercato di massa, con prezzi compresi tra i 100 e i 200 dollari o forse anche meno.

Microsoft e Qualcomm reference design

Microsoft e Qualcomm reference design

Sempre nella stessa direzione va la decisione di supportare il dual SIM sugli smartphone Windows Phone perché quest'ultima è una funzione davvero indispensabile su alcuni mercati strategici come ad esempio la Cina. Principalmente si tratterà di telefoni 3G, ma è prevista anche la possibilità di impiegare Soc Qualcomm Snapdragon 400 LTE, dotati quindi di modem 4G integrati.

Oltre ad annunciare la partnership, Microsoft ha anche lanciato il suo nuovo Windows Hardware Partner Portal in cui fornirà supporto ai produttori di device, così da rendere ancora più facile l'adozione del proprio OS. Finora la diffusione di Windows Phone è stata lenta, in parte anche a causa delle difficoltà legate alla progettazione di teminali ex novo, tanto che soltanto big del calibro di HTC, Huawei, Nokia e Samsung sono riusciti a produrre smartphone con questo OS, e tra questi soltanto l'azienda finlandese è stata capace di raggiungere numeri importanti, anche se insufficienti a colmare il gap.

Ora però con l'ormai imminente arrivo di Windows Phone 8.1 che dovrebbe finalmente offrire funzionalità simili a quelle dei concorrenti in tutti i reparti, il sistema operativo di Redmond dovrebbe essere più appetibile, specialmente se accompagnato da partnership eccellenti sul versante hardware. Al MWC 2014 è stata infatti pubblicato l'elenco dei partner OEM che comprende Gionee, JSR Technology, Lenovo, Longcheer, ZTE, Kabonn, Xolo, Lava, LG e Foxconn, un pool di manifatture che assieme detengono il 55% della produzione mondiale di smartphone. È comunque ovvio che non c'è da aspettarsi un balzo in avanti delle vendite e del numero di modelli disponibili con Windows Phone da un giorno all'altro ma la strategia questa volta sembra innegabilmente essere quella giusta per poter scalare importanti posizioni di mercato.

Microsoft e Qualcomm reference design

Belfiore inoltre ha spiegato che il nuovo Windows Phone 8.1 sarà più flessibile, rinunciando a una parte dei paletti posti in passato da Microsoft, come ad esempio la presenza obbligatoria dei tasti fisici per alcuni comandi principali, il pulsante della webcam che diventa opzionale, avrà un miglior supporto per le memorie microSD, consentendo di installarvi anche le app da utilizzare e, allo stesso tempo, integrerà un nuovo pacchetto di funzioni dedicato al settore professionale, tra cui il supporto per Wi-Fi enterprise, S/MIME e VPN, la gestione dei certificati e alcuni miglioramenti sul versante MDM. Questo feature pack infine sarà reso disponibile come upgrade anche per l'attuale Windows Phone 8.

I primi smartphone Windows Phone basati su reference design Qualcomm sono attesi già per fine marzo.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy