Home News Intel non molla. Netbook da 11 e 12 pollici, fanless, belli e rugged

Intel non molla. Netbook da 11 e 12 pollici, fanless, belli e rugged

Intel non molla. Netbook da 11 e 12 pollici fanless, belli e ruggedI netbook non se la passano tanto bene, da ormai qualche mese, ma Intel ha deciso di non mollare la presa e continuare a scommettere su questo segmento nonostante la crisi in atto.

L'azienda di Santa Clara avrebbe deciso di passare al piano B. L'interesse (ormai scarsissimo) nei confronti dei netbook potrebbe riaccendersi con un redesign dei modelli. Secondo quanto si legge su Fudzilla, il prossimo passo di Intel sarà quello di realizzare dei netbook silenziosi fanless (senza ventola), caratterizzati da un design pulito ed esteticamente accattivante. Alcune versioni saranno di tipo "rugged" e prive di polvere, in quanto non avranno bisogno di ventole di raffreddamento. In sintesi, sono questi i principali cambiamenti pensati da Intel per i futuri netbook.

Netbook a confronto

Il chipmaker californiano ha assicurato supporto tecnico ai produttori che avranno "il coraggio" di realizzare una serie di netbook fanless. L'idea generale è quella di rendere i netbook Cedar Trail un po' più attraenti con design più sottili (ma non lo erano già?) eleganti e soprattutto privi di ventola. Questa strategia sarà adottata per tutti i netbook con diagonale del display superiore a 10 pollici. Il reference design da 11.6 pollici/12.1 pollici che circola nei laboratori Intel possiede una piattaforma più performante di quella attuale, con un processore dual core da 8W.

Noi ignoriamo quale sia la CPU testata da Intel, ma possiamo solo supporre (con le informazioni attuali) che il processore scelto alla fine sarà un Intel Atom N2800 da 1.86GHz e TDP da 6.5W. Probabilmente però un Atom N2800 avrà necessità di un sistema di raffreddamento attivo (con ventola), al contrario forse del processore Atom N2600 con TDP da 3.5W integrato nei netbook da 10 pollici. Perchè Intel ha deciso di scommettere nuovamente sui netbook? Gli utenti ne hanno davvero bisogno? A voi la parola.

Commenti (5) 

RSS dei commenti
Hanno ovviamente aumentato le dimensioni dello schermo per staccarsi dai tablet con docking che sono o arriveranno in commercio, in questo modo arrivano a ricalcare quasi la linea Apple come dimensioni monitor con 10pollici tablet/convertibili, 12 netbook, 13 in su ultrabook (ovviamente con prezzi e prestazioni diverse).
Diciamo che rispetto ai nuovi ultrabook i netbook sono molto spessi ed una cura dimagrante non fa che bene, magari riescono a dare una limata anche al peso. Direi che sarebbe utile per i netbook usare SSD anche di dimensioni non esagerate (64Gb sarebbero già ottimi) dato che aumentano molto le prestazioni (provato sul mio netbook); se arriveranno a costare una cifra ragionevole con estetica simil ultrabook e prestazioni adeguate potrebbero sopravvivere ancora un po', la questione è legata ai chip Atom e alle loro prestazioni.
Questa notizia si lega bene anche al commento dato da Intel al fatto che Arm su Windows è ancora distante e non creerà problemi al colosso, se aggiornano temono probabilmente che Arm possa erodere il mercato dal basso e che qualche produttore di tablet si cimenti in netbook dato che sarebbero quelli più simili come prestazioni attese ai tablet.  
riky1979

riky1979

maggio 11, 2012

Ho un netbook. L'ho usato per un anno, ma adesso lo trovo del tutto inutile. Non capisco la scelta di Intel, anche perchè gli ultrabook partono da 11 pollici. Certo, il prezzo è nettamente inferiore, ma con il netbook ci si fa davvero poco.  
King

King

maggio 11, 2012

Io invece ne ho 10 (dieci). Il migliore, quello che uso personalmente (gli altri formano una rete e sono utilizzati da altri utenti), è il mio unico computer e funge da server web, ssh, ftp. Ci programmo, navigo, guardo i film, ascolto musica. Me lo porto a letto se devo lavorare o vedere un film. Me lo porto al lavoro in uno zainetto, in treno il fine settimana. Senza farei fatica a lavorare. Ovviamente ho installato su tutti Ubuntu 10.04. Quando mi capita di usare altri computer, spesso mi viene da piangere per quanto sono lenti, inefficienti, farraginosi, complicati da usare.
La differenza ovviamente la fa il software.
PS: ho una vista buona.  
MetalWarrior

MetalWarri

maggio 18, 2012

Ah, avendoli acquistati prevalentemente sul mercato dell'usato, penso di non aver speso più di 700 euro per tutti e 10, meno del costo delle ultime tro[vi]ate della apple.  
MetalWarrior

MetalWarri

maggio 18, 2012

Parlando di nuovo e non di usato ho visto troppi netbook con prezzi folli, 400/500euro e senza ssd o altro che giustificasse quel prezzo. Al momento credo che la linea di sopravvivenza dei netbook è spostarsi verso la fascia dei 12 pollici e credo potranno godere di un po' di aiuto dai tablet Intel visto che dovranno essere introdotti dei processori che permettano di usare Windows8 Tablet quasi come un tablet iOS o Android. Indubbiamente riciclare i netbook per server è una buona idea e mi pare che ci siano già dei microserver che usino atom e tutto il suo contorno.
I netbook riusciranno a crearsi una piccola isola felice se avranno prestazioni dignitose ed un prezzo ragionevole, di sicuro non ci saranno più gli scaffali pieni di netbook e i mille modelli tutti uguali.  
riky1979

riky1979

maggio 19, 2012

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy