Home News Intel, AMD e dual-OS

Intel, AMD e dual-OS

Intel, AMD e dual-OSIntel e AMD stanno lavorando a nuove tecnologie dual-OS, che possano consentire agli utenti di passare su uno stesso dispositivo da Windows ad Android senza riavviare il sistema.

Tra i temi più caldi, che hanno caratterizzato l'edizione 2014 del CES di Las Vegas, vi è sicuramente il sistema dual-OS Windows-Android, in cui sembrano credere Intel e AMD anche se in modi e con approcci diversi. Secondo quanto emerso nel corso della fiera americana, infatti, i due chipmaker stanno lavorando su una nuova tecnologia che consentirà agli utenti di eseguire Windows 8.1 e Android sullo stesso dispositivo, senza dover riavviare il sistema.

BlueStacks per Windows 8

AMD continuerà la sua collaborazione con BlueStacks, una società che sviluppa software che consentono di eseguire un ambiente Android all'interno di Windows. Intel, invece, spinge l'acceleratore sulla propria soluzione "Dual OS" che permette di passare da un sistema operativo all'altro "a caldo", cliccando su un tasto. Con le due più grandi aziende del settore dei processori mobile, sembra scontato che l'ASUS Transformer Book Duet non sarà l'unico dispositivo con doppio OS nei prossimi mesi.

Eseguire applicazioni Android su un PC Windows senza riavviare permetterebbe agli utenti di avere accesso ad oltre un milione di apps dal Google Play Store, piuttosto che alle poche decine di migliaia disponibili sul Windows Store. Non solo. Significherebbe anche utilizzare le stesse applicazioni con uno smartphone o tablet Android, sincronizzare i dati tra i dispositivi portatili e il computer Android/Windows. Siamo lontani ancora da una soluzione completa e da un'esperienza utente appagante, ma entrambi gli OS potrebbero trarne qualche vantaggio.

Windows otterrebbe più applicazioni touch-friendly dal Play Store di Google, mentre Android diventerebbe una soluzione completa "one-size-fits-all", dai computer portatili al tablet convertibile. Intel e AMD comunque dovranno superare qualche piccola difficoltà nello sviluppo ma, stando ai primi "tentativi", il futuro delle piattaforme multi-OS è ormai chiaro, non servirà più il riavvio del PC per passare da un sistema operativo all'altro.