Home News IDF Fall 2008: SSD Intel X18-M e X-25M roadmap

IDF Fall 2008: SSD Intel X18-M e X-25M roadmap

Intel SSD X18-M e X-25MIntel ritorna sull'argomento SSD, assicurando l'uscita dei propri prodotti per il prossimo mese. Verranno rilasciati solid state drives in formato da 1.8 e 2.5 pollici con capienza massima di 160GB.

La nuova serie di drive SSD prodotta da Intel, annunciata già in precedenza durante l'Intel Developer Forum di Shanghai, sarà disponibile finalmente entro il prossimo mese. Lo rende noto l'azienda americana in occasione del nuovo IDF di San Francisco, che ha luogo presso il Moscone Center West dal 19 al 21 Agosto. Il chipmaker californiano distribuirà una gamma di drives con formato da 1.8 pollici, per dispositivi ultraportatili, con il nome di X18-M, mentre per i notebook e desktop è prevista la serie X-25M da 2.5 pollici.

Intel SSD

Come anticipato, gli SSD Intel comprenderanno tagli da 80GB e 160GB; mentre i primi saranno disponibili immediatamente, bisognerà aspettare il primo trimestre del 2009 per mettere le mani sui drive con maggiore densità. Troy Winslow, Intel marketing manager della divisione NAND flash, ha promesso un'ottimizzazione del risparmio energetico a dir poco impressionante, che secondo i test condotti da Intel dovrebbe garantire una maggiore autonomia delle batterie: si dovrebbero risparmiare infatti tra i 30 ed i 34 minuti di autonomia extra. I nuovi SSD sono stati progettati per l'utilizzo con sistemi operativi Microsoft Windows Vista ed XP: secondo i test, le performance con Vista in particolare avrebbero mostrato un piccolo margine di vantaggio rispetto alle prestazioni su XP.

"Vogliamo mettere in chiaro il coinvolgimento di Intel nel business dei drives allo stato solido."
ha commentato Winslow. "Questo è solo il primo stadio della nostra roadmap. Svilupperemo infatti una gamma di prodotti che interesserà una gran varietà di segmenti del mercato." Intel infatti andrà ad insidiare nel 2009 il settore server, con una serie di prodotti dedicati, X25-E Extreme, caratterizzati da densità di 32GB (entro i prossimi 3 mesi) e 64GB (primo trimestre 2009), oltre che prestazioni superiori.

 

Commenti (4) 

RSS dei commenti
Secondo i test condotti da Intel dovrebbe garantire una maggiore autonomia delle batterie: si dovrebbero risparmiare infatti tra i 30 ed i 34 minuti di autonomia extra
Impressionante! :!: :!: :!:
Se ne sente parlare sempre di più e da più parti, ma prenderanno piede davvero così rapidamente? Non vedo infatti riferimenti a costi, i quali sembravano essere l'ostacolo maggiore...  
0

Mandi

agosto 20, 2008

Secondo me dovrebbero riuscire a lanciarli con dei prezzi abbastanza appetibili. Si tratta di soluzioni praticamente "consumer". Spero vivamente che la loro reperibilità sia buona, e che non vengano utilizzati solo per soluzioni OEM.
Certo il 2009 dovrebbe essere il periodo della svolta. Il 2008 è stato più che altro l'anno di "introduzione mediatica".
Intel già da mesi aveva dichiarato consumi allucinanti (in senso positivo): certo 30-34 minuti di risparmio solo per il comparto di storage sono una promessa a dir poco importante!  
0

Galadh

agosto 20, 2008

Perchè le definisci soluzioni consumer? Dici che gli attuali HDD non verranno soppiantati se non tra moltissimi anni? Io vedo gli SSD come una soluzione "definitiva", a maggior ragione dopo aver visto questi dati impressionanti! Dici che ci saranno problemi con la reperibilità dei materiali? Certo è che nessuno si sarebbe mai aspettato un simile "crollo" dei prezzi dopo le cifre che si sono sentite sino ad ora. Sembrava che li dovessimo vedere solo nel 2010/2011...  
0

Mandi

agosto 20, 2008

Per consumer intendo proprio quello: il rimpiazzo per i comuni computer, altrimenti avrei citato il segmento business. Secondo me nel 2009 gli SSD saranno opzioni di norma per le soluzioni business, ma grazie alla gran competizione del mercato SSD, che vede dentro anche Intel, sicuramente l'ideale per abbassare i prezzi, vedremo anche qualche notebook consumer con SSD.  
0

Galadh

agosto 20, 2008

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy