IDF 2015: Mini PC sempre più piccoli, economici e senza caviOltre alla nuova Realsense 3D negli smartphone e all'implementazione di Atom X3 in IoT, nel primo giorno di IDF 2015, Intel ha anche parlato di Mini PC, del loro futuro prossimo e delle tecnologie in sviluppo.


Negli ultimi anni, abbiamo assistito alla "miniaturizzazione" dei computer, che via via sono diventati sempre più piccoli e tascabili. La Intel Compute Stick è un esempio calzante, nonché l'ultima interpretazione di Mini PC secondo Santa Clara: compatta quanto una chiavetta USB ma potente quanto un PC e capace di trasformare una qualsiasi TV (o monitor) in un computer con Windows o Ubuntu, attraverso la porta HDMI. Produrre questi dispositivi conviene rispetto al passato e Intel lo sa bene.

IDF 2015: Mini PC

Fino a qualche tempo fa si pensava che i Mini PC costassero più dei modelli più grandi perché era costoso ridurre le dimensioni dei componenti interni, ma oggi non sono più così rari e i dispositivi più piccoli sono spesso più economici dei fratelli maggiori. Ad esempio, secondo Intel, la scheda madre di un Intel NUC da 100 x 100 mm costa circa 200 dollari (BoM), ma produrre la scheda di un Intel Mini Lake reference design da 100 x 60 mm costa la metà. La Compute Stick 90 x 30 mm è ancora più conveniente e, dunque, il futuro ci riserva dispositivi sempre più piccoli con un costo di produzione di appena 50 dollari.

Naturalmente, riducendo le dimensioni delle motherboard, i dispositivi perdono porte di espansione, sistemi di raffreddamento ed altri componenti con conseguenze - a volte - anche sulle prestazioni. La Compute Stick, ad esempio, è meno potente ed ha un numero di interfacce inferiore agli Intel NUC; consuma massimo 2.2 watt, rispetto ai 15 watt dei Mini PC ed è un altro mondo rispetto ai 65 watt dei computer con schede madri Mini ITX ed una ventola per la dissipazione del calore. E' forse questa la ragione che ha spinto Intel a modificare il design interno della sua chiavetta, con una piccola ventolina che si nasconde sotto le piccole griglie. Ma di questo vi parleremo più avanti.

IDF 2015: Mini PC

Nel primo giorno dell'IDF 2015 di Shenzhen, in una delle sue sessioni tecniche, Intel ha parlato delle ultime tendenze in materia di Mini PC ed ha discusso su un nuovo fattore di forma, già lanciato al CES 2015 come sub-1 liter “socketed” mini PC. Questa scheda è un po' più grande di quella di Intel NUC, misura 147 x 139 mm ma supporta processori da 35 watt e - a differenza di questi ultimi - il processore non è integrato nella scheda madre. Sarà quindi possibile aggiornare il chip di questi sistemi proprio come si farebbe in un computer desktop tradizionale. Ha anche 2 slot mini PCI Express e 2 slot SODIMM per la memoria. Sarà compatibile con CPU dai Celeron ai Core i7. Per ora è un proof-of-concept, ma siamo certi che il suo sviluppo sarà completato a breve.

L'altra novità sui Mini PC riguarda i cavi, che secondo Intel non esisteranno più nelle prossime generazioni di computer desktop né per l'alimentazione né per collegare tastiera, mouse e display. Si utilizzerà in alternativa la tecnologia WiDi, Bluetooth, WiFi e wireless charging per l'alimentazione.

IDF 2015: Mini PC

Via: Liliputing

Commenti