APU AMD E450 con Turbo CoreLa casa di Sunnyvale ritocca al rialzo la sua APU AMD E-350 che ha riscosso grande successo sul mercato dei netbook nel corso del 2011, grazie alle sue performance per watt molto vantaggiose. Ora AMD E-450 sarà leggermente più potente, con clock rate più alti per CPU e GPU. E arriva anche Turbo Core.

AMD Fusion è un progetto di cui abbiamo parlato molte volte e che ha riscosso molto successo sul mercato, dove la piattaforma AMD Brazos è stata impiegata con soddisfazione nei netbook di nuova generazione prodotti da tante grandi aziende, come Asus, Acer, MSI etc etc. La APU E-Series (Accelerated Processing Unit) costituisce attualmente la fascia alta della piattaforma Brazos, pur trattandosi di una soluzione value che come tale tende a ottimizzare la durata della batteria, i consumi e il bilanciamento tra performance e assorbimento elettrico.

AMD E-Serie roadmap

Già durante il Computex 2011 si era parlato di una nuova APU che sarebbe andata a sostituire l'attuale AMD E-350, aumentandone le prestazioni ma mantenendo il TDP massimo sempre a 18 W. Dunque in questi giorni si sono diffusi in Rete alcuni nuovi dettagli sul nuovo chip. Come si può capire facilmente si tratta solo di ritocchi, un'evoluzione, nemmeno poi tanto spinta, ma sufficiente probabilmente a riproporne il successo sul mercato, in attesa di novità più corpose, come ad esempio le APU Krishna, basate su piattaforma Deccan, che andranno a sostituire le APU Zacate come E-350 e E-450.

Dunque la nuova APU AMD E-450 avrà sempre due core con architettura Bobcat, ma funzionanti a un clock rate leggermente più elevato, 1.65 GHz contro 1.6 GHz di AMD E-350. La cache L2 resta sempre da 1 MB. Inoltre ora il controller di memoria integrato supporterà anche DDR3 più veloci, da 1333 MHz rispetto a quelle da 1066 MHz della precedente versione. Questo dovrebbe portare un vantaggio, almeno in linea teorica, soprattutto alla GPU, che dovrebbe godere di una bandwidth più ampia.

Il nuovo processore grafico sarà AMD Radeon HD 6320, che sostituisce l'attuale 6310. Anche il nuovo chip ha sempre 80 stream processor e una frequenza equivalente di 500 MHz, ma questa volta fa la sua comparsa la funzione Turbo Core, il cui funzionamento abbiamo descritto qui. La tecnologia è attualmente in grado di elevare la frequenza di uno solo dei due core della APU per volta, a seconda del carico di lavoro, al contempo abbassando il clock del core in idle, così da ottimizzare i consumi.

Inoltre nella APU AMD E-450, il Turbo Core potrà intervenire anche sulla frequenza della GPU, portandola fino a 600 MHz. Le novità finiscono qui, non resta quindi che attendere sul mercato i primi device dotati di APU AMD E450 per verificare se tali accorgimenti evolutivi sono davvero riusciti ad innalzare ulteriormente le prestazioni senza andare a penalizzare i consumi. Al momento però non ci sono indicazioni ufficiali riguardo i tempi di rilascio delle nuove APU, né al loro prezzo per lotto.

Fonte: Fudzilla

Commenti