Alienware Alpha: Steam Machine senza SteamOS a 549 dollariAlienware ha deciso di non attendere che Valve risolva i propri problemi con lo Steam Controller prima di rilasciare il sistema operativo SteamOS che dovrebbe equipaggiare poi le varie Steam Machine ed ha deciso di precorrere i tempi arrivando entro le festività natalizie sul mercato con la propria interpretazione della console, chiamata Alpha e dotata di Windows 8.1 e del controller della Xbox, a un prezzo di 549 dollari.

Alienware renderà disponibile sul mercato entro la fine di quest'anno la sua Steam Machine Alpha al prezzo di 549 dollari. Per chi non lo ricordasse Steam Machine è, nelle intenzioni di Valve, un device che dovrebbe trasformare il PC in una console: non si tratta di un semplice gaming desktop quindi, anche se l'hardware è appunto quello di un qualsiasi computer da gioco. Valve invece con le Steam Machine vuole adottare anzitutto un form factor adatto al salotto multimediale e poi offrire, proprio tramite il sistema operativo Steam OS e il gamepad Steam Controller, un'esperienza d'uso che sia appunto più vicina a quella di una normale console, ossia completamente focalizzata sul gaming.

Alienware Alpha

Purtroppo però l'ex software house sviluppatrice della saga di Half Life, ha fatto sapere di aver rimandato la distribuzione ai partner di SteamOS e dello Steam Controller agli inizi del 2015, a quanto pare per aver incontrato difficoltà nella messa a punto di quest'ultimo. Lo Steam Controller infatti nelle intenzioni dovrebbe riuscire a coniugare la fluidità e la precisione d'uso dell'abbinamento tastiera+mouse in un gamepad di concezione completamente nuova.

Come farà quindi Alienware ad anticipare i tempi e far esordire la propria Steam Machine Alpha entro la fine di quest'anno senza avere a disposizione Steam Controller e SteamOS? Semplice, proponendo di fatto un normalissimo gaming desktop racchiuso all'interno di uno chassis a sviluppo orizzontale dalle dimensioni compatte, equipaggiato con un normalissimo sistema operativo Windows 8.1 e col controller dell'attuale Xbox. In questo caso quindi l'esperienza d'uso di tutti i servizi Steam sarebbe quella normale, ottenibile con qualsiasi PC, anche se i tecnici Alienware sembrerebbero aver ottimizzato Windows per il gaming, eliminando ad esempio tutti quei processi in background non indispensabili, mentre la GUI di Windows sarebbe stata sostituita con una proprietaria, maggiormente orientata all'accessibilità dei contenuti di gioco.

La piattaforma hardware prevede di poter scegliere il processore tra diversi modelli di Intel Core i3, i5 o i7 di quarta generazione, affiancato da una scheda video dedicata di tipo Nvidia GeForce GTX con 2 GB di memoria onboard, da un massimo di 8 GB di RAM e da uno spazio di storage fino a 2 TB.  

Commenti