Home Articoli Windows Phone 7.5 Mango: novità e video live

Windows Phone 7.5 Mango: novità e video live

Windows Phone 7.5 Mango: novità e video liveQualche giorno fa Microsoft ha rilasciato il suo aggiornamento più importante per il sistema operativo Windows Phone, indirizzato agli smartphone. Windows Phone 7.5 Mango aggiunge tantissime nuove funzionalità ed espande quelle già esistenti, rendendo il sistema operativo più completo e funzionale di prima. Vediamo assieme le maggiori novità.

Lo scorso 27 settembre Microsoft ha rilasciato un aggiornamento per il suo sistema operativo mobile, Windows Phone 7.5 Mango, destinato agli smartphone. Si tratta dell'update più sostanzioso e ricco di funzioni rilasciato nel primo anno di vita di questo sistema operativo. Nel giro di alcuni giorni l'aggiornamento sarà reso disponibile su tutti i vari smartphone dei diversi produttori e Microsoft ha quindi organizzato un evento a Milano, attraverso cui comunicare le tante novità salienti introdotte.

Windows Phone 7.5 Mango

Windows Phone 7 ha debuttato circa un anno fa e rappresenta uno sforzo notevole per la casa di Redmond. Con questo OS infatti Microsoft si è posta diversi e ambiziosi obiettivi, primo tra tutti quello di rientrare in gara nel mercato degli smartphone, dove sistemi operativi come Apple iOS e Google Android avevano reso obsoleto il precedente Windows Mobile 6, troppo poco visuale e macchinoso e, soprattutto, poco adatto a un impiego full touch.

Sappiamo tutti però quanto sia difficile riguadagnare quote di mercato quando quest'ultimo si è ormai stabilizzato attorno a soluzioni diffuse da più tempo e ormai consolidate nelle abitudini degli utenti. Microsoft quindi si è dovuta impegnare a fondo per reimmaginare il sistema operativo affinché non fosse soltanto competitivo, ma rivoluzionario, in grado quindi di proporre un modo d'uso più avanzato rispetto a qualsiasi competitor, l'unica strada per guadagnare subito l'attenzione dei media e del mercato.

Windows Phone 7.5 Mango partnership

L'interfaccia Metro UI di cui abbiamo parlato più volte è così innovativa che Microsoft ha deciso di adottarla come GUI principale per l'intero ecosistema, dagli smartphone ai tablet, il cui supporto arriverà l'anno prossimo con Windows 8, fino ai notebook e ai desktop. Si tratta di un’interfaccia basata sulle tile e gli hub, ampie icone piatte e colorate, che si aggiornano in tempo reale, che permettono a Windows di sganciarsi completamente dalla metafora del desktop, delle finestre e soprattutto da una visione app centrica che invece domina ancora gli altri sistemi operativi, sia per smarthpone che per notebook e desktop.

Gli Hub infatti spostano l'accento dalle applicazioni agli interessi. Ogni tile può essere tematica e, dal suo interno, sarà possibile svolgere in maniera omogenea tutte le attività correlate, senza dover ogni volta scorrere lunghi elenchi di icone di singoli programmi, alla ricerca di quello più adatto a svolgere un'attività specifica. Si tratta di un cambiamento concettuale radicale, che deve avere il tempo di essere recepito dai consumatori. Windows Phone 7 è nato quindi subito interessante, ma con due limiti principali: come prima versione, anche se non affetto da bug particolari, il sistema operativo era comunque inevitabilmente acerbo, mancante di molte funzioni presenti da tempo in altri OS e con prestazioni che, malgrado fossero buone, potevano essere migliorate.

Il secondo limite, il più importante forse, era rappresentato dalla scarsità di applicazioni native disponibili, che sappiamo invece essere la vera chiave per il successo. Le applicazioni, nel giro di un anno, hanno superato quota 30.000, e comprendono già molte di quelle più famose su altre piattaforme. Certo, la strada è ancora lunga, visto che gli altri competitor possono contare su store online che annoverano diverse centinaia di migliaia di app, ma molto dipenderà dal grado di diffusione degli smartphone dotati di Windows Phone, che saranno di stimolo agli sviluppatori per lavorare con sempre maggior convinzione per questa piattaforma.

Questo ci riporta all'argomento iniziale: tutti i principali e più grandi produttori di smartphone attendevano ansiosamente il rilascio di Windows Phone 7.5 e contano molto sulle vendite di nuovi e più performanti terminali dotati di questo OS. Ovviamente è importante che il sistema operativo abbia risolto debolezze e mancanze della prima versione ed è proprio quello che Mango si propone di fare, vediamo dunque le novità principali introdotte da questa release.