Da Toshiba, SSD compatibili per MacBook AirToshiba ha annunciato il lancio di una nuova gamma di drive SSD, denominata Blade X, compatibile con ultraportatili MacBook Air ma anche con altri modelli superleggeri, grazie all'adozione dell'interfaccia mSATA su richiesta.

Le unità SSD, che andranno a comporre la nuova serie Toshiba Blade X, adotteranno un formato specifico, destinato a facilitare la loro integrazione in computer ultraportatili, come l'ultimo modello di MacBook Air. Non a caso, infatti, sono proprio i moduli Toshiba Blade X ad essere installati nella serie di notebook Macbook Air di Apple. Declinati in tre capacità, da 64GB, da 128GB e 256GB, i Solid State Drive Toshiba adottano un connettore specifico leggermente meno ingombrante di mSATA ed offrono, secondo quanto rilasciato dal produttore giapponese, uno spessore inferiore del 42% rispetto alle soluzioni basate su questa interfaccia.

Toshiba Blade X

Forniti di un controller Toshiba, gli SSD Blade X saranno basati su chip Flash NAND MLC (Multi Level Cell) con una velocità di trasferimento dati fino a 220MB/s in lettura, contro 180MB/s in scrittura. Toshiba ricorda inoltre che l'MTBF, o tempo medio di funzionamento tra due guasti, è pari ad un milione di ore. Nonostante l'annuncio odierno possa interessare il pubblico consumer, che nei prossimi mesi sarà alla ricerca di un kit di aggiornamento per il MacBook Air, il lancio di Blade X è indirizzato soprattutto ai produttori di computer portatili, desiderosi di ottimizzare lo spazio all'interno delle proprie macchine.

Questi drive SSD, che possono essere dotati di un'interfaccia mSATA su richiesta, hanno infatti dimensioni estremamente ridotte di 108,9 mm x 24 mm, con uno spessore stimato di 2,2 mm per le versioni da 64GB e 128GB, contro 3,7 mm per il modello da 256GB.

Commenti