Home News Senseg: prototipo di display aptico

Senseg: prototipo di display aptico

Mostrati i primi prototipi di display aptici SensegSenseg ha realizzato un prototipo del suo display tattile per mostrarne le potenzialità. La tecnologia può essere applicata allo schermo di qualsiasi tablet, Android, Apple o Microsoft. Interessanti le implicazioni per il gaming.

Senseg è un'azienda europea che ha sviluppato una tecnologia proprietaria che permette di realizzare display touchscreen con un particolare feedback tattile. In pratica, invece della solita vibrazione o altro, lo schermo può trasmettere al tocco la sensazione di tantissimi tipi di superficie diversa, dalla seta alla pietra. I colleghi di CNet, che hanno avuto occasione di provarla in anteprima, hanno confermato la capacità del pannello Senseg di trasmettere sensazioni tattili molto varie e credibili.

La tecnologia, che si chiama Tixel, è basata su un principio noto, quello di Coulomb che, applicato a un campo magnetico come ad esempio quello prodotto da un display capacitivo, può modificarlo in modo da esercitare maggiore o minore attrazione rispetto alla superficie dei polpastrelli, causando una specifica sensazione di frizione, in grado di simulare molte superfici diverse.

Display aptici Senseg

A differenza di altre tecnologie di feedback aptico inoltre, Senseg Tixel non comporta alcun cambiamento fisico per lo schermo, nè parti in movimento o altro, il chè significa che la tecnologia è potenzialmente integrabile già ora, sui display esistenti. Basta acquistare la tecnologia stessa e il software allegato, che svolge funzioni di controller e di programmazione.

A detta di Dave Rice, rappresentante della compagnia, ci sono già contatti con diverse aziende e la tecnologia potrebbe fare la sua comparsa addirittura già il prossimo anno o al massimo tra due. Effettivamente Senseg Tixel sembra essere promettente e schiude diversi scenari anzitutto per il gaming, ma anche per tutte quelle applicazioni che potrebbero permettere di svolgere dei task senza la necessità di guardare sempre il tablet, ad esempio permettendo di riconoscere dei pulsanti o altri comandi rispetto al resto della superficie usando soltanto il tatto.

Al momento comunque non c'è nulla di certo, vedremo quindi se Senseg Tixel diverrà davvero realtà o se resterà nel limbo delle tante tecnologie promettenti ma mai implementate in un dispositivo consumer, per un motivo o per l'altro.

Via Electronista

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy