RIM: BlackBerry 10 slitta al 2013Research In Motion ha annunciato lo slittamento del lancio del futuro sistema operativo per smartphone BlackBerry 10 OS e dei relativi handset al primo trimestre 2013. Un ritardo che sicuramente non giova alla situazione di RIM ma lo sviluppo sembra essere più complesso del previsto.


Purtroppo continua il periodo sfortunato di RIM, la famosa azienda produttrice dei BlackBerry. Dopo un 2011 decisamente nero che ha visto l'azienda canadese giungere quasi al fallimento a seguito dell'insuccesso del tablet PlayBook, i primi 6 mesi del 2012 sono stati abbastanza interlocutori, anche se le premesse sembravano buone. Grazie soprattutto all'introduzione di PlayBook OS 2.0 prima e al lavoro sulla versione 2.1 poi, all'introduzione di numerose novità e funzioni e alla correzione ed eliminazione dei limiti precedenti sembravano esserci nuovamente prospettive rassicuranti per RIM.

Blackberry 10 OS

Oltre ai tablet però l'azienda sta cercando anche di rilanciare i propri smartphone, forse più importanti visto che da sempre costituiscono il suo core business. Tutte le speranze dunque sono legate all'introduzione di BlackBerry 10 OS e dei relativi smartphone e, vista l'accelerazione da parte dei tre grandi attori sulla scena, ovvero Apple che potrebbe far debuttare iPhone 5 già a fine agosto prossimo, Google che ha appena presentato il proprio Android 4.1 Jelly Bean e Microsoft che in autunno lancerà Windows Phone 8, i tempi sembravano maturi.

Invece purtroppo oggi per gli appassionati della casa della Mora è arrivata l'ennesima doccia fredda, con l'annuncio dello slittamento dell'esordio delle nuove soluzioni al primo trimestre del 2013, molto in ritardo dunque, non solo rispetto ai propri progetti iniziali ma anche alla roadmap degli avversari. La decisione comunque è stata dettata insieme dall'intenzione di realizzare la miglior soluzione possibile, funzionante e priva di bug e dall'impossibilità di realizzare tutto questo entro i tempi inizialmente previsti.

Ovviamente RIM si dice comunque fiduciosa nella qualità finale del proprio lavoro e nella possibilità di offrire agli utenti una nuova esperienza d'uso, e sostiene che i partner principali hanno mostrato grande interesse per BlackBerry 10 OS, manifestando soddisfazione e impazienza di vedere il prodotto finito, tuttavia la verità è che negli ultimi tre mesi RIM ha perso 518 milioni di dollari, vendendo soltanto 7.8 milioni di unità appartenenti all'intero range di smartphone prodotti e appena 260.000 tablet PlayBook. Questo ennesimo ritardo quindi non fa sicuramente bene all'azienda e potrebbe costituirne davvero l'ultima occasione di rilancio o l'affossamento definitivo.

Commenti