Home News XO OLPC parte da Firenze

XO OLPC parte da Firenze

ImageParte da Firenze One Laptop Per Child (OLPC)! Il notebook a basso costo pensato per i bambini sarà presentato a Palazzo Vecchio il 7 Marzo in anteprima nazionale. Occhi puntati sulla conferenza stampa.

Un computer portatile adatto ai bambini. E' questo "One Laptot Per Child", un notebook nato "per imparare a imparare" che verrà presentato in anteprima nazionale, a Firenze nel Salone dé Dugento di Palazzo Vecchio, il 7 Marzo prossimo. All'evento, informa una nota, è annunciata la partecipazione di Nicholas Negroponte, fondatore della Massachusetts Institute of Technology Media lab of Boston ed ideatore del laptot XO-OLPC.

OLPC Italia nasce dalla sensibilità dell'assessorato all'informatica, che ha deciso di aderire all'iniziativa globale "OLPC Give 1 Get 1", progetto che prevede la donazione di un laptot ai bambini dei Paesi in via di sviluppo per ogni laptot acquistato da ciascuno studente italiano. 

Negroponte spiega la filosofia che sta alle spalle del progetto OLPC:"L'OLPC non è un semplice portatile. E' una risposta alla sfida globale di combattere l'analfabetizzazione, l'inclusione sociale e il divario digitale". Mobilitando risorse e partner, OLPC Italia tende a creare una rete di solidarietà civica internazionale, gestendo in prima persona l'implementazione ed il monitoraggio di tali progetti nei PVS.

Image 

L'XO incorpora le teorie costruzionistiche sviluppate per prime negli anni '60 dal professore del MIT Media Lab, Seymour Papert, più tardi rielaborate da Alan Kay e complementate da principi articolati da Nicholas Negroponte nel suo libro, "Essere Digitale".

Durante la giornata sarà possibile assistere ad una dimostrazione sull'utilizzo e le principali funzioni che caratterizzano XO, nonché provare il laptop stesso e condividere la rete tra i vari XO collegati. Il progetto OLPC è stato fondato da Nicholas Negroponte con un nucleo di veterani del Media Lab, e ha presto coinvolto persone di talento e costanza eccezionali, provenienti dall'ambiente accademico, dalle belle arti e dalla comunità open source. Ogni individuo che partecipa porta con sé un insieme di capacità uniche, e una profonda passione per il progetto. La campagna G1G1 presentata negli Stati Uniti a novembre, ha venduto sul territorio americano oltre 200.000 macchine in un mese e mezzo