Home News Nvidia GeForce Now sempre più vicino. Niente 4K ma con ray tracing

Nvidia GeForce Now sempre più vicino. Niente 4K ma con ray tracing

Nvidia GeForce Now sempre più vicino. Niente 4K ma con ray tracing Il servizio di cloud gaming Nvidia GeForce Now cresce ancora: lascia la fase beta, introduce la membership e diventa disponibile per utenti americani ed europei. Due le opzioni di iscrizione: Free e Founders (a 5.49€/mese).

Il mondo del gaming sta cambiando e si sta spostando online: il servizio di game streaming Google Stadia è ormai pronto e Project xCloud di Microsoft sta muovendo i primi passi, ma la novità delle ultime ore riguarda Nvidia GeForce Now che lascia la beta (in cui era dal 2013 per test interni) e diventa finalmente disponibile per utenti americani ed europei.

Il servizio di game streaming GeForce Now di Nvidia è leggermente diverso dai concorrenti: l'azienda di Santa Clara non venderà giochi attraverso la sua piattaforma, ma la tecnologia di streaming che permetterà di riprodurli su qualsiasi dispositivo supportato. GeForce Now è compatibile con Steam, Epic, UPlay e Battle.net, quindi chi possiede un gioco compatibile, potrà registrarsi e con il proprio account "trasmettere" quel gioco su PC Windows o Mac, Nvidia Shield, smartphone e altre console Android. Stando al comunicato ufficiale, entro l'anno verrà aggiunto anche il supporto per i Chromebook mentre al momento non è prevista la compatibilità con iPhone e iPad.

Nvidia GeForce Now sempre più vicino

Sarà come collegare una GPU GeForce al proprio dispositivo, trasformandolo in un potente computer GeForce nel cloud. GeForce Now attinge all’enorme ecosistema di giochi per PC, avvalendosi del cloud per trasmettere in streaming titoli che sfruttano le migliori GPU Nvidia sul mercato. Una volta effettuato l'accesso, sarà possibile vedere tutte le proprie librerie, qualsiasi sia lo store online di riferimento. E giocando a veri e propri giochi per PC, l'utente verrà anche collegato direttamente alla specifica community di riferimento, riuscendo così a divertirsi con altri giocatori connessi.

Non importa quali siano le specifiche dello smartphone o del notebook, perché l'elaborazione viene eseguita su server remoti, ma basterà semplicemente avere una connessione Internet veloce a bassa latenza (Nvidia consiglia 50 Mbps o più per la migliore esperienza, sebbene il requisito minimo sia di soli 15 Mbps). Se non siete sicuri che il vostro router sia all'altezza, Nvidia ha pubblicato un elenco di requisiti hardware per modem, router e gamepad.

GeForce Now offre tutti i vantaggi del cloud gaming: è la prima piattaforma di gioco che non dovrà essere aggiornata dall'utente, in quanto gli update, le patch e driver di gioco verranno gestiti internamente, ed è anche una piattaforma aperta che consente agli utenti di "importare” i propri giochi direttamente dai migliori store. Attualmente esistono già centinaia di giochi su GeForce Now ed il catalogo viene aggiornato ogni settimana. E per i giochi più datati, che potrebbero non essere così popolari come una volta, ci sono oltre mille titoli che possono essere installati singolarmente. Nvidia comunque fornirà oltre 30 giochi gratuiti, tra cui
Fortnite.

Nvidia GeForce Now

Due le opzioni d'iscrizione a GeForce Now: Free e Founders. Il piano gratuito offre ai membri un accesso standard (con breve attesa) con sessioni di gioco da un'ora, mentre il piano Founders offre ai membri un accesso più rapido ai server, con sessioni di gioco fino a sei ore. La versione Founders della membership offe inoltre l'accesso ai giochi RTX.

  • Il piano Founders prevede una prova gratuita di 90 giorni, seguita da un abbonamento mensile di 5.49€ per i successivi 12 mesi
  • In entrambi i piani i membri possono riconnettersi al servizio immediatamente dopo la scadenza della sessione, per quante volte desiderano. Entrambi i piani supportano streaming fino a 1080p e 60fps

Un altro grande passo per GeForce Now è stato riuscire a portare il ray tracing sul cloud. Coloro che sottoscriveranno un abbonamento Founders avranno accesso anche a giochi RTX ON come Wolfenstein: Youngblood e Metro Exodus. Anche i membri con account gratuito potranno giocare a questi giochi, solo senza tutte le fantastiche migliorie tipiche del ray tracing.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy