Home News Nexus Q ritirato ancora prima di essere in commercio

Nexus Q ritirato ancora prima di essere in commercio

Nexus Q ritirato ancora prima di essere in commercioGoogle ha definitivamente deciso di ritirare dalla vendita il proprio media player Nexus Q, un device potenzialmente molto interessante ma dal prezzo troppo elevato, che alla fine ha convinto i vertici di BigG a non metterlo in commercio.

"Nexus Q non è più disponibile in vendita". Con questo secco messaggio apparso direttamente sulla pagina ufficiale del prodotto presente nel Google Play Store, il colosso di Mountain View ha chiuso definitivamente la breve carriera del suo media player Nexus Q, così breve che di fatto la vita commerciale non è mai nemmeno iniziata. Sin da subito del resto, durante la presentazione ufficiale presso il Google I/O 2012 svoltosi lo scorso mese di giugno, era stato chiaro che il device aveva grandi potenzialità ma anche un grosso limite. Da un lato infatti si trattava di un prodotto dal design raffinato ed elegante, insolito grazie alla sua forma sferica, ma soprattutto dotato di una piattaforma performante e di un parco di porte di espansione assai completo.

Google Nexus Q

Nexus Q infatti prevedeva un SoC Texas Instruments OMAP4460 con processore ARM Cortex A9 e GPU PowerVX SGX540, abbinato ad 1 GB di memoria RAM e 16 GB di memoria interna per lo storage, il tutto controllato dal sistema operativo Android 4.0 Ice Cream Sandwich. Tra le interfacce presenti e le soluzioni per la connettività erano poi presenti un'uscita video digitale Micro HDMI, un'uscita audio ottica TOSLink, una analogica, una porta MicroUSB di tipo AB, un plug per la connessione alle reti cablate e i moduli WiFi 802.11n, Bluetooth ed NFC.

Quest'ultimo soprattutto avrebbe consentito un uso "social" del media player, avviando la riproduzione di un contenuto digitale presente su un dispositivo Android, semplicemente per contatto, avvicinando cioè il Nexus Q a un qualsiasi tablet o smartphone Android based dotato di sistema operativo almeno in versione 2.3 Gingerbread. Tutto molto bello ed interessante quindi ma il problema principale era il prezzo, pari a 299 dollari, elevatissimo se pensiamo che molti media player più o meno equivalenti hanno prezzi compresi entro i 100 dollari.

Dopo aver venduto il primo lotto quindi è apparsa sulla pagina del prodotto una prima scritta che recitava: "il device non è al momento in vendita", scritta che è rimasta presente per sei mesi finché, in questi giorni, non è stata sostituita da quella riportata all'inizio. Il Nexus Q è dunque ormai destinato a restare solo come reference design di quello che Google vorrebbe veder realizzato dai propri partner, il problema è che, almeno da quanto si è visto al recente CES di Las Vegas, nessun produttore ha presentato un dispositivo simile in grado di rilevarne l'eredità, per cui è probabile che il tentativo di Google sia da ritenersi completamente fallito.

Un'ennesima conferma di come il mercato, purtroppo, non sempre premi la qualità e le idee migliori e più innovative, ma preferisca spesso prodotti più conservativi ma decisamente più economici.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy