Home News MSI smentisce: i nostri gaming notebook non sono in vendita

MSI smentisce: i nostri gaming notebook non sono in vendita

MSI smentisce: i nostri gaming notebook non sono in venditaSi chiude con una secca smentita la potenziale acquisizione della divisione dei gaming notebook MSI da parte di Lenovo. Intanto, chi ha diffuso l'informazione falsa, rischia una denuncia.

E' ufficiale: MSI ha categoricamente smentito le voci circolate di recente e relative all'acquisizione della sua divisione gaming-notebook da parte di Lenovo. A confermarlo è lo stesso Andy Tung, presidente dell'azienda taiwanese, in una dichiarazione rilasciata alla stampa in cui chiarisce che "per quanto riguarda i rumors sull'acquisizione, MSI non è in trattative con Lenovo per vendere la sua divisione gaming notebook. Ora stiamo cercando le fonti di queste false informazioni e ci riserviamo il diritto di intraprendere qualsiasi azione legale contro di loro". Vale a dire, qualcuno potrebbe rischiare una denuncia.

 

MSI PE60 Prestige

Ma facciamo un passo indietro.

Qualche giorno fa, è girata per il web una notizia relativa alla possibile acquisizione della divisione gaming notebook di MSI da parte di Lenovo. Nonostante i nostri dubbi sull'affidabilità della fonte, l'operazione aveva un duplice obiettivo, secondo Digitimes: l'azienda cinese avrebbe "potenziato" il suo comparto di notebook da gioco, mentre MSI si sarebbe sbarazzata della sua divisione gaming notebook in vista dell'aumentata concorrenza da parte di altri OEM. Lenovo non ha mai confermato le indiscrezioni, mentre la risposta di MSI è piuttosto chiara e sembra anche non scherzare.

MSI è ben nota nel settore dei componenti, soprattutto schede madri e schede grafiche, ma negli ultimi anni ha conquistato quote di mercato anche nel comparto dei computer portatili da gioco, sempre caratterizzati da design unici, schede tecniche potenti e prezzi accessibili. MSI non ha avuto mai paura di innovare: al CES 2015, ad esempio, ha introdotto l'MSI GT80 Titan, un notebook con tastiera meccanica ed una GamingDock, una docking station esterna per una scheda grafica dedicata.

Considerando quindi che MSI ha preso le distanze da questi rumors, la vera domanda (che al momento non ha ancora una risposta) è se davvero Lenovo è a caccia di un'azienda concorrente, che però abbia una certa popolarità tra i gamers. L'azienda cinese ha avuto un discreto successo con i suoi gaming notebook, soprattutto per il loro ottimo rapporto qualità/prezzo, ma non raggiungono i livelli dei modelli Alienware e ROG. Chi avrà nel mirino?