Microsoft lancia Office 365Office 365 è la nuova offerta cloud SaaS (Software-as-a-Service) di Microsoft, che prenderà il posto di Business Productivity Online Suite (BPOS). E' stato progettato per aziende di ogni dimensioni, con servizi di collaborazione e comunicazione in cloud computing.

Microsoft, con un discorso pronunciato da Steve Ballmer in persona, ha lanciato ufficialmente ieri il suo nuovo strumento per la produttività e la collaborazione online, Office 365. Il software va a scontrarsi direttamente con Google Apps, una soluzione alternativa ancora poco matura e diffusa. Office 365 prenderà il posto di Business Productivity Online Suite (BPOS). La suite, "il meglio in termini di produttività", secondo il presidente della divisione Office in Microsoft, Kurt DelBene, include le versioni online di Office 2010, SharePoint, Exchange e Lync.

Office 365

Destinato in particolar modo a piccole e medie imprese, Office 365 rappresenta un'evoluzione quasi naturale del suo predecessore. I clienti BPOS hanno tempo al massimo 12 mesi per effettuare la migrazione. Microsoft assicura massima compatibilità software (tranne alcuni casi già evidenziati), grazie allo sforzo compiuto per informare ed aiutare gli amministratori di sistemi. L'azienda di Redmond gestirà il trasferimento degli account sui suoi datacenter.

Dopo un guasto di BPOS durato diverse ore, colpendo soprattutto i clienti USA, Microsoft ha deciso di accompagnare attivamente gli utenti nella migrazione. Office 365 rappresenta il primo ponte di Microsoft verso il cloud computing, aperto a chiuque vorrà sottoscrivere un abbonamento a partire da 5.25 euro per singoli professionisti e piccole imprese. Per aziende di medie e grandi dimensioni, Microsoft propone più soluzioni con tariffe mensile che vanno da 9 euro a 25.50 euro per utente, oltre ad offerte occasionali. La suite è disponibile in oltre 40 Paesi e in 20 lingue.

Commenti