ImageL'Antitrust europeo commina una multa salatissima a Microsoft per non essersi adeguata alle prescrizioni contenute in una sentenza del 2004. La risposta dell'azienda: sono questioni ormai vecchie.

La Commissione Europea ha inflitto a Microsoft una multa di 899 milioni di euro per non aver rispettato le prescrizioni imposte in materia di antitrust. In totale la softwarehouse di Redmond dovrebbe pagare 1,68 miliardi di euro, la sanzione più alta mai irrogata dalla UE.

ImageNelie Kroes della Commissione per la Concorrenza chiarisce i motivi della sanzione: "Microsoft è stata la prima azienda multata in 50 anni di vita della Commissione per non aver rispettato le prescrizioni".

Dal canto suo, Microsoft fa sapere di essersi già adeguata a quanto richiesto e che la sanzione riguarderebbe questioni ormai risolte.

La vicenda risale al 2004, quando la Commissione aveva multato Microsoft per 407 milioni di euro e le aveva imposto di fornire informazioni circa i cosiddetti "workgroup server". Microsoft si era offerta di divulgare questi dati agli altri operatori, ma in cambio del pagamento di una licenza.

La Commissione aveva, quindi, condannato nuovamente Microsoft per altri 280 milioni di euro nel 2006, ai quali si aggiungono oggi ulteriori 899 milioni di euro.

 

Commenti