Home News Limo Foundation prepara Linux Mobile

Limo Foundation prepara Linux Mobile

ImageLiMo Foundation è pronto a rilasciare la release 1 del nuovo sistema operativo Linux per telefoni cellulari. Concorrente diretto di Google Android, anch'esso sarà l'alternativa agli OS Windows-based.

Google Android può, in questo periodo, calamitare l'attenzione di tutti gli appassionati, ma in realtà vi è più di un progetto in corso per lo sviluppo e l'implementazione di Linux anche sui telefoni cellulari. LiMo Foundation OnLus sembra essere in procinto di annunciare il rilascio della prima piattaforma LiMo, in occasione del CTIA Wireless Show 2008 di Las Vegas. La prima versione fornirà agli sviluppatori gli elementi portanti di un sistema operativo base, in grado di far funzionare un telefono cellulare, e dotato di un'interfaccia utente piacevole ed accattivante nonchè di applicazioni specifiche per un dispositivo mobile.

"Il successo di LiMo è dato da un sistema operativo open-source, che sarà possibile distribuire liberamente" ha dichiarato Andrew Shikiar, direttore del settore Global Marketing per LiMo Foundation. LiMo è composto da oltre 30 aziende produttrici di telefoni cellulari, tra cui Samsung, Motorola, Vodafone, NTT DoCoMo e Texas Instruments, tutte interessate a portare una distribuzione open-source sui telefoni cellulari. Linux rappresenta infatti una valida alternativa per il mondo mobile a sistemi operativi commerciali come Symbian o Windows Mobile, in quanto meno costoso e non controllato da colossi elettronici come Nokia e Microsoft.

L'obiettivo di LiMo Foundation è quello di produrre una piattaforma comune per tutti i membri dell'associazione, che sia compatibile con tutte le applicazione in commercio e su tutti i dispositivi mobile. Purtroppo il rilascio della prima versione di Linux Mobile è troppo vicino per risolvere questi problemi, ma la seconda release, prevista per l'inizio del 2009, avrà tempo sufficiente per effettuare un'ottimizzazione. La seconda versione, inoltre, migliorerà il profilo multimediale di questo sistema operativo, anche se per allora Google Android avrà conquistato l'intero mercato mobile.