Home News JooJoo è naufragato

JooJoo è naufragato

JooJoo è naufragatoLanciato all'inizio dell'anno, il tablet JooJoo con Linux di Fusion Garage è già considerato fuori produzione. La società è già impegnata su nuovi device, questa volta basati su Google Android.

Il destino del tablet JooJoo, proposto in Europa dal secondo trimestre 2010 (e poco prima negli Stati Uniti) è certamente travagliato. Dopo aver superato il dolore per l'abbandono del progetto iniziale CrunchPad del sito TechCrunch, che aveva lo scopo di sviluppare un tablet touchscreen per la navigazione su internet a meno di 200 dollari, JooJoo è diventato un tablet commerciale grazie all'intervento di Fusion Garage che ha estromesso i progettisti iniziali, dando loro l'attributo di semplici ispiratori del progetto.

JooJoo tablet

Il tablet low cost è stato finalmente lanciato ad un prezzo di vendita di 500 dollari (359 euro in Europa), lontano dalle idee che avevano spinto la sua creazione. Dotato di un ampio display da 12 pollici, processore Intel Atom e sistema operativo Linux che punta su Web Apps (pur non offrendo molte possibilità di personalizzazione), il tablet JooJoo non sembra aver conquistato il pubblico. Il fondatore di Fusion Garage, Chandrashekar Rathakrishnan, ha confermato che il tablet JooJoo era già "in fin di vita" a meno di un anno dopo il lancio. Non ha confermato le previsione di vendita soprattutto in USA.

La società si dice già impegnata in altri progetti di tablet, questa volta con Android. JooJoo potrebbe trovare posto tuttavia nei mercati verticali, in versioni personalizzate per diversi settori (trasporto, salute, pubblciità) ma senza il marchio JooJoo. Per sostenere i suoi nuovi progetti, il CEO di Fusion Garage indica di esser riuscito ad aumentare di 5 milioni di dollari l'investimento dai suoi partner asiatici. Sarà necessario attendere il secondo semestre 2011 per poter vedere i futuri device sul mercati.

I nuovi prodotti disporranno di connettività 3G e di una speciale tecnologia di interconnessione. Potrebbero essere distribuiti dai grandi colossi IT e presso operatori mobile, contrariamente a quanto avvenuto per JooJoo.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy