Home News Huawei Mate 9 e Mate 9 Pro: anticipazioni su specifiche, design e prezzo

Huawei Mate 9 e Mate 9 Pro: anticipazioni su specifiche, design e prezzo

Huawei Mate 9 e Mate 9 Pro: anticipazioni su specifiche e prezzoCerchiate il 3 novembre sul calendario: Huawei presenterà a Monaco di Baviera i suoi nuovi flagship Mate 9 e Mate 9 Pro, con SoC Kirin 960, display da 5.9 pollici (curvo nella versione Pro) e dual-camera. Primi dettagli su specifiche tecniche, design e prezzo.

Huawei Mate 9 è uno degli smartphone più attesi dell'anno, quello che secondo alcuni darà la "spallata definitiva" a Samsung dopo i problemi causati dal Galaxy Note 7 e ad Apple reduce da un trimestre difficile seppur con un considerevole aumento di vendite del suo iPhone. Huawei, terzo produttore mondiale di smartphone dalle ultime stime di mercato, ha intenzione di replicare il successo del Mate 8 presentato l'anno scorso, allungando ancora di più le distanze dai suoi competitor. E probabilmente ci riuscirà.

Huawei Mate 9 Pro

In questi ultimi giorni, l'azienda cinese ha rilasciato dei teaser che ci preparano al lancio di una nuova serie di terminali, ma grazie ai rumors e ad alcune immagini filtrate sul web possiamo già farci un'idea piuttosto chiara su cosa aspettarci. L'appuntamento è fissato per il 3 novembre, a Monaco di Baviera in Germania, dove si terrà un evento speciale per la presentazione dei nuovi flagship. Ed il plurale non è casuale. Secondo i più recenti leak, Huawei presenterà non uno, ma due terminali: Huawei Mate 9 (nome in codice Manhattan) e Huawei Mate 9 Pro (nome in codice Long Island). Saranno molto simili nel design e nelle specifiche tecniche, fatta eccezione per alcune caratteristiche chiave, che ne determineranno anche il prezzo visto che la versione "Pro" dovrebbe toccare i 1300$ contro quella standard che al massimo costerà 700$.

Entrambi gli smartphone saranno basati su un processore Hisilicon Kirin 960 octa-core, che utilizza la classica architettura big.LITTLE con quattro core Cortex-A53 da 1.8GHz a basso consumo abbinati a quattro Cortex-A73 da 2.4GHz ad alte prestazioni, oltre ad una GPU ARM Mali-G71MP8 da 900MHz per un miglioramento del 180% nelle performance grafiche ed un 18% (multicore) e 10% (single core) nella potenza di calcolo. I vantaggi però si vedranno anche nella connettività grazie al supporto per modem LTE Cat.12 in download (600 Mbps) e Cat.13 in upload e nell'autonomia, visto che il nuovo SoC integra un core i6 a basso consumo che gestisce applicazioni e sensori con altissimo risparmio energetico. A bordo dovrebbe essere installata RAM da 4GB o 6GB (per la versione Pro) probabilmente di tipo LPDDR4 e storage in più tagli da 64GB, 128GB e 256GB comunque espandibili.

Huawei Mate 9

La prima differenza tra il Mate 9 e il Mate 9 Plus si può rilevare anche ad occhio: la versione standard è dotata di un display da 5.8 pollici Full HD (1920 x 1080 pixel), mentre l'altro modello dovrebbe integrare un display della stessa diagonale ma dual-edge (quindi curvo sui lati) con risoluzione qHD (2560 x 1440 pixel), che farebbe pensare ad un possibile utilizzo con Google Daydream VR. E se così fosse sarebbe il primo smartphone di un produttore diverso da Google a supportare la piattaforma. Huawei Mate 9 non avrà pulsanti fisici frontalmente, mentre il Huawei Mate 9 Pro presenterà un tasto Home in basso che probabilmente nasconderà un sensore per il riconoscimento dell'iride, in aggiunta al fingerprint, posizionato sul retro proprio sotto le fotocamere.

Esatto. Come tutti gli ultimi modelli premium dell'azienda cinese, anche questi ultimi due flagship saranno provvisti di due fotocamere sul retro, di cui una da 20 megapixel e l'altra da 12 megapixel (Mate 9), orientate verticalmente (e non più orizzontalmente) e firmate Leica con uno zoom ottico 4X. Al momento non sappiamo quali siano le caratteristiche tecniche dei sensori e le potenzialità, ma siamo certi che Huawei saprà sorprenderci ancora una volta. La fotocamera frontale sarà da 8 megapixel. Per quanto riguarda invece batterie e autonomia, sappiamo solo che Huawei implementerà la Super Charge Technology, una tecnologia di ricarica rapida che dovrebbe consentire di ricaricare lo smartphone del 50% in soli 5 minuti.

Gireranno entrambi su Android 7.0 Nougat (e non 7.1), quindi saranno i secondi terminali dopo LG V20 basati sull'ultima release dell'OS. Non è ancora chiaro quando saranno disponibili, ma senza dubbio li troveremo sugli scaffali dei negozi entro la fine dell'anno (forse il Huawei Mate 9 Pro non verrà venduto in Italia). Per altre novità, per foto e video hands-on, rimanete sintonizzati perché mancano pochi giorni alla presentazione ufficiale e anche noi saremo presenti.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy