Home News Google punta alla telefonia mobile

Google punta alla telefonia mobile

ImageGoogle sembrerebbe seriamente intenzionata ad entrare nel settore della telefonia mobile: non con un telefonino, però, ma con una piattaforma software aperta.

Google ha intenzione di entrare nel “Mobile”. Secondo il Wall Street Journal, entro le prossime due settimane, Mountain View potrebbe fornire hardware, pacchetti software o molto più probabilmente una piattaforma che i produttori di telefoni cellulari potranno impiegare per realizzare i primi Googlephones già nella seconda metà del 2008. Il risultato potrebbe essere qualcosa di molto simile all'iPhone di Apple, ma con una differenza sostanziale: la piattaforma mobile di Google sarà open!

HTC ed LG sono le due maggiori compagnie con cui sarebbero in corso trattative per mettere sul mercato smartphone con un nuovo sistema operativo, tagliato sul software del motore di ricerca caiforniano. Allo stesso scopo Google avrebbe preso contatto con Verizon, Sprint Nextel e vari altri carrier di telefonia mobile sparsi per il pianeta.

Image

Sugli smartphone targati Google non mancheranno certamente servizi già noti come Google Maps, YouTube e Gmail, ma la novità è che chiunque sarà libero di sviluppare altri servizi, sfruttando gli strumenti messi a disposizione dalla piattaforma: si pensi, ad esempio, ad un'applicazione che combina GPS e Google Maps.

L'Amministratore Delegato di Google, Eric Schmidt, parlando alla conferenza All Things Digital, a Maggio, aveva sottolineato che "i nuovi telefoni cellulari si ispireranno ad un modello person-to-person", un modello, cioè, che permetta alle persone di interagire, scambando video e qualsiasi tipo di dati.

Questa idea dovrebbe portare ad un forte incremento delle vendite di smartphone, orientando questi prodotti ad una fascia di mercato non più formata prevalentemente da professionisti, ma dalla gente comune. Sono in molti, però, a ritenere che questa evoluzione potrebbe generare problemi come lo spamming e la violazione della privacy se gli sviluppatori non presteranno attenzione alla sicurezza.

Qualunque sia la strada che ha deciso di intraprendere Google per realizzare questo progetto, il futuro si annuncia ricco di novità.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy