Home News Gigabyte Aorus X7 Pro: gaming notebook senza compromessi nel bene e nel male

Gigabyte Aorus X7 Pro: gaming notebook senza compromessi nel bene e nel male

Recensione di Gigabyte Aorus X7 ProPerformance a tutti i costi: è questa la frase utilizzata nella recensione per definire il Gigabyte Aorus X7 Pro, un gaming notebook che è sicuramente in grado di assicurare prestazioni di tutto rilievo, purtroppo però a spese di rumorosità, temperature elevate e consumi eccessivi.

Il Gigabyte Aorus X7 Pro è la terza incarnazione dell'omonimo gaming notebook dell'azienda taiwanese dopo l'Aorus X7 v2: a distinguere i vari modelli soprattutto la dotazione hardware, in particolar modo per quanto riguarda le due schede video configurate in SLI, che nel primo modello erano due Nvidia GeForce GTX 765M SLI, sostituite quindi da due GTX 860M ed infine, nel modello attuale da due potenti GeForce GTX 970M. In ogni caso, ad accomunare le tre edizioni di questo gamebook è stata sempre la mancanza di compromessi, nel bene come nel male: il Gigabyte Aorus X7 Pro infatti è un device pronto a sacrificare tutto in nome delle prestazioni pure, con rumorosità, temperature e consumi elevati, un approccio che può piacere o meno, dipende dalle esigenze e dalle aspettative degli utenti.

DESIGN, MATERIALI E DIMENSIONI

Lo chassis non è cambiato dalla prima versione, per cui ritroviamo lo stesso design sobrio ma gradevole e le superfici per la maggior parte in lega di alluminio. Anche le dimensioni sono quelle di sempre, con uno spessore contenuto a circa 25 mm, che ne fa uno dei gaming notebook da 17 pollici più sottili sul mercato.

Gigabyte Aorus X7 Pro ha lo stesso telaio sottile in metallo della prima generazione

TASTIERA e TOUCHPAD

La tastiera ha un buon feedback, tasti ampi e retroilluminati e l'utente ha anche la possibilità di assegnare delle macro, ciascuna con cinque differenti funzioni, ma alcuni aspetti potrebbero essere migliorati, soprattutto per quanto riguarda la resistenza dei tasti alla pressione. Meno buono invece il giudizio sul ClickPad di Elan adottato per il portatile, che integra i pulsanti al di sotto della superficie sensibile e che è considerato privo di feedback, rendendo difficile distinguere l'attivazione del tasto destro da quello sinistro.

DISPLAY

Il display da 17.3 pollici e 1920 x 1200 pixel offre una buona qualità complessiva per non essere un IPS, con una luminanza di poco inferiore alle 300 candele per metro quadro e un contrasto di quasi 600:1. La gamma colore è sufficientemente estesa e corretta e la finitura opaca aiuta a rendere lo schermo leggibile anche in condizioni di luce ambientale sfavorevoli.

Il processore Intel Core i7-4870HQ non raggiunge la massima frequenza di 3.7GHz in TurboBoost

HARDWARE E PRESTAZIONI

La versione del Gigabyte Aorus X7 Pro testata dai colleghi di Notebook Check era equipaggiata con un processore quad-core Intel Core i7 4870HQ da 2.5 GHz, 16 GB di RAM e 2 unità a stato solido da 512 GB ciascuna, in RAID 0. Con una configurazione così le prestazioni ovviamente non possono che essere ottime. Il recensore si interroga però su due aspetti che, a suo dire, rischiano di incidere molto sui costi e poco sulle performance generali. Il primo riguarda il processore, che non riesce a esprimere tutti il suo potenziale a causa dell'aumento limitato delle frequenze in modalità Turbo Boost multi-core. I test confermano infatti prestazioni allineate a quelle del molto meno costoso Core i7-4700HQ. La seconda considerazione riguarda invece come sempre l'annosa questione riguardante i vantaggi delle configurazioni RAID: i bench ovviamente riportano risultati di tutto rispetto ma nell'uso quotidiano in ambito consumer, dove la maggior parte dei file sono di piccole dimensioni, i vantaggi potrebbero non essere evidenti ad occhio nudo e un solo SSD con ottime prestazioni sarebbe stato sufficiente.

Le due GPU Nvidia GeForce GTX 970M in modalità SLI garantiscono prestazioni eccellenti con tutti i titoli 3D di ultima generazione, quindi rappresentano un vero must per gli hardcore gamers. La doppia GPU consente di avere un incremento della velocità di calcolo del 30% rispetto ad una sola Nvidia GTX 970M e del 20% se si fa il paragone con una GTX 980M.

Le due GPU Nvidia GeForce GTX 970M in SLI assicurano prestazioni al vertice della tecnologia attuale

TEMPERATURE, RUMOROSITÀ ED AUTONOMIA

Purtroppo l'integrazione di piattaforme hardware di questo livello nei notebook, soprattutto in quelli più sottili, non è priva di controindicazioni: il Gigabyte Aorus X7 Pro infatti è molto rumoroso e, nonostante il lavoro continuo delle ventole, anche piuttosto caldo, raggiungendo in alcuni punti dello chassis anche i 61° C, fortunatamente però non sulla zona poggiapolsi. Anche gli assorbimenti elettrici com'era facile immaginare, sono enormi e la batteria da 73 Wh non riesce a superare le tre ore di autonomia nemmeno in condizioni ideali.

In conclusione dunque il Gigabyte Aorus X7 Pro è sicuramente un notebook assai potente, perfetto per il videogiocatore esigente, ma questo si paga poi in altri ambiti, come abbiamo appena visto. Starà quindi al singolo decidere se vale la pena spendere o meno i 2540 euro necessari per acquistare la configurazione testata o meno.

Via Notebookcheck

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy