Home News Dell: riduzione del 25% di energia entro il 2010

Dell: riduzione del 25% di energia entro il 2010

Dell ecologiaDell ha rivelato l'obiettivo di introdurre nuovi standard di consumo energetico, ed orientare l'azienda verso il rispetto dell'ambiente; entro il 2010 il consumo d'energia dei suoi computer sarà ridotto del 25%.

La multinazionale americana Dell ha annunciato il suo impegno per migliorare ulteriormente il consumo energetico dei suoi prodotti. Il nuovo obiettivo prefissato è la riduzione del consumo per i suoi computer fissi e portatili del 25% entro i prossimi 2 anni, che porterebbe ad un maggiore rispetto dell'ambiente, eliminando l'emissione di milioni di tonnellate di anidride carbonica. Albert Esser, vicepresidente Dell, ha dichiarato che gran parte del merito va attribuito ai clienti, capaci di sollevare la questione ambientale e di spronare l'azienda a soddisfarli, rivolgendosi alle più avanzate tecnologie per la drastica riduzione del consumo energetico e quindi dell'inquinamento.

L'azienda statunitense si avvarrà infatti delle più sofisticate tecnologie Energy Smart, che includono il design dei circuiti, ventole e speciali caratteristiche di gestione energetica. L'utilizzo di alimentatori, memorie e chipsets sempre più avanzati ed ottimizzati inoltre, contribuiranno al raggiungimento del traguardo preposto; i sistemi desktop del futuro saranno infatti forniti di alimentatori certificati 80 PLUS (con una efficienza uguale o superiore all'80%), che rispettano i requisiti dello standard Energy Star 4.0. Dell proporrà inoltre dei tool di facile utilizzo ai suoi clienti, che potranno ottimizzare agevolmente i parametri di consumo del computer secondo le proprie esigenze.

L'impegno ecologico di Dell non è di certo una novità; durante il World Environment Day 2007 l'azienda affermò che avrebbe cercato di diventare la società più "verde" del pianeta, eliminando completamente le emissioni di CO2 entro la fine del 2008. Già di recente tra l'altro, Dell ha annunciato che la propria sede sociale era completamente alimentata da energia verde, risparmiando circa 1.2 milioni di dollari, ed evitando la dispersione di 8.200 tonnellate di CO2. Riuscirà Dell a conquistare il primo posto della classifica trimestrale di GreenPeace, nella quale detiene attualmente il quinto posto, alle spalle di Samsung, Toshiba, Nokia e Sony?

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy