Home News ASUS X555 e K555: come se la cavano nei test?

ASUS X555 e K555: come se la cavano nei test?

ASUS X555/K555: come se la cava nei test?Prima recensione per il nuovo mainstream ASUS X555, presentato a giugno scorso. Il portatile, pur non brillando in nessun settore, ha tutto quello che serve per il tipo di utenza a cui si rivolge, ma il prezzo piuttosto elevato non convince del tutto.

I colleghi di TLBHD hanno pubblicato una recensione completa dell'ASUS X555 di cui vi parlammo a fine giugno, un portatile mainstream con prezzo di partenza attorno ai 500 euro, disponibile in diversi allestimenti con o senza scheda video dedicata e in due varianti, con scocca in policarbonato in vari colori o con cover in metallo blu scuro. Per la recensione sono stati utilizzati due modelli:

  • ASUS X555LD con scheda grafica dedicata Nvidia GeForce GT 820M (quella senza scheda è la X555LA), processore Intel Core i5-4210U, 6 GB di RAM e un hard disk tradizionale da 500 GB e 7200 RPM, con chassis in policarbonato;
  • ASUS K555LN, versione che si pone a metà strada tra l'X555 di base e le altre versioni, dotato appunto di cover metallica e di una piattaforma hardware composta da un Core i3-4030U, 8 GB di RAM, una Nvidia GT 820M e hard disk da 1 TB e 5400 RPM.

ASUS X555 e K555 nella prima recensione

DESIGN, MATERIALI E DIMENSIONI
Le due versioni di X555/K555 sono ovviamente identiche per dimensioni e misurano quindi 382 x 256 x 25.8 mm con un peso di circa 3.2 Kg. Anche il design non cambia e, pur non essendo particolarmente personale, è sicuramente gradevole, con linee filanti e pulite. La versione interamente in policarbonato, disponibile nelle varianti blu, rosso e bianco, ha il piano tastiera color silver diviso in due parti da una texture differente per il poggiapolsi e per la parte attorno alla tastiera. La cover tende un po' a flettere, mentre la controparte in lega di alluminio è più solida ma trattiene più facilmente le ditate. In entrambi i casi la batteria non è rimovibile, ma in compenso ci sono buone notizie per quanto riguarda il sistema di raffreddamento: l'azienda taiwanese infatti ha spostato le griglie di aerazione sul retro, eliminando così qualsiasi fastidio dovuto dal getto di aria calda.  

TASTIERA E TOUCHPAD
Niente da recriminare per tastiera e touchpad, le cui prestazioni sono globalmente buone, anche se i tasti della prima sono abbastanza economici e il layout un po' compresso per certi pulsanti. L'esperienza di scrittura comunque è accettabile e non presenta grossi problemi. Il trackpad ha le stesse dimensioni sia per l'ASUS X555LD che per il K555LN, nel primo caso però sembra essere un po' più ruvido ma silenzioso, mentre nel secondo la superficie è più scorrevole e piacevole al tatto ma il funzionamento è più rumoroso.

ASUS X555 e K555 nella prima recensione

DISPLAY
L'ASUS X555LD e il K555LN utilizzano due pannelli differenti, realizzati rispettivamente da Philips e AU Optronics ma, al di là delle piccole discrepanze tra i due, gli schermi di tipo TN offrono comunque le stesse prestazioni: finché li si guarda da posizione centrale e a testa alta non si farà molto caso ai loro limiti, ma l'angolo di visualizzazione è stretto, il gamut colore limitato e i valori di luminanza e contrasto piuttosto bassi.  

HARDWARE E PRESTAZIONI
Le due configurazioni che abbiamo descritto all'inizio offrono prestazioni nella media, con un leggero vantaggio ovviamente per quella dell'X555LD che ospita un più potente Core i5. La scheda dedicata GeForce GT 820M com’era prevedibile non consente di far girare senza compromessi grafici gli ultimi titoli videoludici ma il casual gamer che dovesse acquistare uno di questi due modelli non avrà grossi problemi a passare di tanto in tanto qualche ora di divertimento se non ha troppe pretese sulla qualità complessiva.

TEMPERATURE, RUMOROSITÀ ED AUTONOMIA
Nonostante la ventola interna sia udibile il tester definisce entrambi i portatili abbastanza silenziosi e comunque dotati di un impianto audio in grado di coprire facilmente il leggero ronzio proveniente dall'interno. Le temperature raggiunte sono molto buone e la scocca resta sempre fresca senza raggiungere mai livelli tali da poter dare fastidio quando si tiene il portatile sulle ginocchia o quando si digita per lungo tempo. Purtroppo invece l'autonomia non è esaltante: la batteria da soli 37 Wh non riesce ad assicurare più di quattro ore (mezz'ora in più per la versione con Core i3).

Nell'insieme quindi si tratta a tutti gli effetti di soluzioni di fascia media, valide ma caratterizzate da soluzioni che non brillano singolarmente per qualche qualità specifica. Tuttavia il prezzo delle due soluzioni ha spinto il collega a preferirgli altri prodotti, anche senza uscire dal catalogo ASUS. Per quanto riguarda il K555LN ad esempio si potrebbe optare quasi allo stesso prezzo per il VivoBook S551, più sottile e leggero, o per il Transformer Book Flip della serie TP500 convertibile e con schermo touch, mentre il più economico X555LD costa comunque di più di un X550 o X552, dotati di caratteristiche simili.

ASUS X555 e K555 nella prima recensione

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy