Home News ASUS Chromebook C200: prima recensione

ASUS Chromebook C200: prima recensione

ASUS Chromebook C200: prima recensioneMostrato dal vivo solo un mese fa, il nuovo ASUS Chromebook C200 è stato sottoposto a una prima recensione completa, che ne ha confermato tutte le impressioni positive: per un impiego quotidiano di tipo leggero è una soluzione perfetta. Compatto e ottimamente realizzato, il C200 ha un ottimo schermo e una piattaforma hardware valida e per il prezzo a cui viene proposto non si può chiedere di più.

I colleghi di ultrabookreview hanno sottoposto per primi l'ASUS Chromebook C200 a una recensione completa, che grossomodo conferma le impressioni ricevute durante l'unboxing del mese scorso. Per il prezzo a cui viene proposto, 249 dollari, ASUS C200 offre tutto quello che è giusto desiderare, ossia una realizzazione curata, dimensioni contenute e prestazioni sufficienti a svolgere in scioltezza i piccoli task quotidiani, visto che per vocazione il sistema operativo Chrome OS non è certo adatto a un impiego professionale.

L'ASUS Chromebook C200 è già in vendita negli Stati Uniti

 

DESIGN, REALIZAZIONE E ASSEMBLAGGIO
Design e realizzazione sono sempre molto curati, come da tradizione ASUS. Ovviamente la scocca è interamente in policarbonato ma la finitura silver che ricorda l'alluminio, adottata per piano tastiera e fianchi, la solidità e robustezza dell'insieme e le linee pulite e filanti offrono al notebook un aspetto sobrio ed elegante. Lo spessore di 20.3 mm e il peso di 1.13 Kg rendono inoltre questa soluzione leggera e compatta, estremamente comoda da trasportare con sé anche quando si deve trascorrere fuori casa un'intera giornata. Il Chromebook C200 mette a disposizione un buon parco porte, che comprende una USB 2.0, una 3.0, un'uscita video HDMI e un attacco di sicurezza Kensington.

DISPLAY, TASTIERA E TOUCHPAD
Buone anche le impressioni per il display da 11.6 pollici con risoluzione di 1366 x 768 pixel. Tenendo conto che si tratta di un semplice TN+Film infatti offre una buona gamma cromatica e valori accettabili di luminanza e contrasto. Certo, un IPS avrebbe assicurato una qualità superiore ma anche un prezzo maggiore. Valida è anche la tastiera ad elementi isolati, che garantisce una buona escursione dei tasti e un feedback soddisfacente. Ovviamente manca la retroilluminazione e l'utente dovrà anche tenere in conto che il layout richiederà un certo tempo di apprendimento, in quanto le tastiere per Chrome OS sono differenti da quelle per Windows (mancano ad esempio i tasti funzione, quelli Inizio, Ins, Stamp e il Bloc Maiusc, sostituiti da altrettanti comandi specifici di Chrome OS). Il trackpad è ampio e spazioso, supporta le principali gesture a una o due dita ed è reattivo ma i tasti annidati subito sotto la superficie sensibile sono un po' duri e rigidi.

DISASSEMBLAGGIO, DOTAZIONE HARDWARE E PRESTAZIONI
Qualche sorpresa arriva anche dall'osservazione dell'interno, a cui è relativamente facile accedere senza troppi rischi. Oltre al generale ordine di assemblaggio sono due le cose da notare: l'assenza di un sistema di dissipazione attivo (il processore Intel Atom Bay Trail non necessita di ventola) e la possibilità di rimuovere in maniera relativamente facile la batteria in caso di necessità di sostituzione. Purtroppo ci sono anche aspetti negativi, che riguardano la non espandibilità di memoria e spazio di storage, visto che i moduli di entrambi sono saldati direttamente sul PCB e non ci sono slot o interfacce. La piattaforma è dunque al momento formata da una CPU Intel Celeron N2830 Bay Trail dual-core da 2.16 GHz, 2 GB di memoria RAM e 16 GB di memoria interna eMMC. Le prestazioni che emergono dai benchmark ci dicono che il Chromebook C200 è in grado di assicurare performance adeguate allo svolgimento di task semplici ma è comunque meno performante di altre soluzioni analoghe che fanno uso di processori con core Haswell.

TEMPERATURE, SILENZIOSITA’, AUTONOMIA E CONNESSIONI
Nonostante l'assenza di una ventola interna comunque il chromebook resta sempre fresco anche sotto sforzo, assicurando così un buon comfort d'uso, anche per via della sua totale silenziosità. Ottima anche l'autonomia, che raggiunge le 8 ore grazie a consumi molto ridotti. ASUS Chromebook C200 garantisce anche una buona connettività, grazie alla presenza dei moduli Ethernet LAN, Wi-Fi e Bluetooth 4.0 (in alcune nazioni è previsto anche un modulo 3G/4G) e al fatto che il processore Atom supporta la tecnologia di streaming video wireless Intel WiDi.

Al costo di 249 dollari per la versione Wi-Fi only dunque non si può davvero chiedere di più: lo ASUS Chromebook C200 offre tutto quello che l'utente interessato a un chromebook può desiderare e anche i pochi limiti che abbiamo visto sono più che accettabili e vanno considerati come inevitabili compromessi più che mancanze vere e proprie.