Home News Apple MacBook: problemi con gli hard disk Seagate

Apple MacBook: problemi con gli hard disk Seagate

ImageGli hard disk Seagate montati sui portatili Apple MacBook presentano un difetto di fabbricazione che può determinare la rottura del drive e la perdita irrimediabile dei dati.

Gli hard disk montati sui MacBook di Apple potrebbero essere affetti da difetti di produzione. Secondo quanto afferma Retrodata, nota società di data recovery, il problema riguarderebbe i dischi Seagate da 2.5 pollici con interfaccia SATA, con il firmware 7.01 del firmware. Il rischio di perdita di dati sarebbe molto alto.

Per verificare se il vostro MacBook rientra fra quelli equipaggiati con uno di questi drive, Retrodata consiglia di accedere al "System Profiler" e di controllare la versione del firmware sotto la voce "Serial-ATA": in caso la vesione fosse proprio quella segnalata, ossia la 7.01, si suggerisce di effettuare al più presto un backup dei dati, e di sostituire l'unità di storage quanto prima.

Seagate non ha ancora rilasciato commenti ufficiali sulla questione, mentre il portavoce Apple, Cameron Craig, ha affermato che la compagnia è consapevole del fatto che potrebbe esserci un problema.
Di fatto Duncan Clarke, della filiale britannica di Retrodata, avrebbe individuato anche la causa del problema: la testina del drive, in alcuni casi, si distacca dal braccio scavando dei profondi solchi sulla superficie del disco, che renderebbero vano qualsiasi tentativo di recovery. L'unico modo di "salvare" i dati, sarebbe quello di spegnere immediatamente il computer.

{multithumb}Clarke è al lavoro su un fix, ma non sembra molto ottimista al riguardo. Sono almeno 50 i dischi affetti da questo difetto, portati a Retrodata a partire da Agosto 2006 per tentare di recuperare qualche file. Di questi, quasi la totalità pare sia stata irreparabilmente danneggiata quando gli utenti del notebook, per tentare di recuperare i dati, hanno lanciato il tool di recovery del MacBook. Le foto presenti nel sito di Retrodata sono estremamente chiare:

ImageImage

Nonostante Retrodata sia convinta che il difetto sia dovuto ad un errore di manifattura, e non al design del prodotto, una cosa è certa: Apple potrebbe intraprendere presto una campagna di richiamo e sostituzione gratuita dei dischi affetti dal problema.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy