Home News Il tablet Hyundai A7 costa solo 110 dollari

Il tablet Hyundai A7 costa solo 110 dollari

Tablet Hyundai A7 costa solo 110 dollari Il nuovo tablet economico da 7 pollici, Hyundai A7, a soli 110 dollari offre una qualità complessiva tutt'altro che bassa e assicura quindi la possibilità di accedere con poca spesa ai tanti vantaggi offerti da un tablet di ultima generazione.

Prima del debutto di Amazon Kindle Fire i tablet erano device costosi e non alla portata di tutti, soprattutto per il rapporto tra il costo e la flessibilità d'uso, limitata per lo più all'ambito intrattenitivo e multimediale, offerto da questi dispositivi. Il successo del piccolo ed economico tablet dell'azienda statunitense però ha creato un vero e proprio trend destinato anche, secondo alcuni analisti, a cambiare le regole di questo segmento del mercato entro il 2016.

Ad esso infatti sono seguiti molti altri tablet più o meno economici e più o meno grandi, da 7 o da 10 pollici, ma tutti improntati dalla volontà di offrire un punto di ingresso più accessibile a questi dispositivi per gli utenti consumer, desiderosi di usufruire dei vantaggi e delle funzionalità di un tablet senza spendere cifre folli per un device che poi alla fine può essere utilizzato solo per i piccoli task quotidiani e in generale nel tempo libero, ma quasi mai per lavoro.

Gli esempi sono diversissimi e vanno dal Barnes&Noble Nook Tablet agli Archos 80 e 101 G9, dal Prestigio MultiPad allo Yashi YPad A10, fino agli AiGo M803 e M718HD. Tra questi però si sta facendo ora strada un nuovo modello proposto da Hyundai, azienda coreana da noi conosciuta soprattutto per le automobili, ma che in realtà spazia in tantissimi settori, che comprendono anche i device high-tech consumer.

Hyundai A7

Hyundai A7 è un tablet con display capacitivo multitouch a 5 punti di contatto da 7 pollici, con risoluzione di 480 x 800 pixel, in grado di offrire il sistema operativo di ultima generazione Google Android 4.0 Ice Cream Sandwich e tutti i vantaggi annessi, primo tra tutti l'accesso al ricchissimo app store online, a un prezzo davvero contenuto, pari ad appena 110 dollari, ossia ben 89 dollari in meno rispetto all'Amazon Kindle Fire.

Il tablet è realizzato con materiali di buona qualità, robusti e resistenti. Come quasi tutti i tablet economici infine all'interno troviamo una configurazione non di primo piano, ma comunque sufficiente a far girare fluidamente il sistema operativo e le applicazioni, che poi è quello che interessa alla maggior parte degli utenti consumer. Il processore infatti è un single core ARM Cortex A8 con clock rate di 1.5 GHz, affiancato però da una delle più potenti GPU di ultima generazione presenti sul mercato, la ARM Mali 400. Quest'accoppiata quindi garantisce al tempo stesso un'interfaccia fluida e la possibilità di giocare anche agli ultimi titoli videoludici disponibili per Android. A questo SoC sono poi abbinati 512 MB di RAM e 8 GB di storage interno, espandibile tramite microSD.

A completamento c'è poi una webcam frontale da 0.3 Mpixel, una porta USB, un'uscita video digitale HDMI, un jack audio e moduli WiFi e 3G. In questa fascia di prezzo si tratta forse dell'unico tablet dotato di display capacitivo a 5 punti di contatto invece che basato sulla più vecchia e meno flessibile tecnologia resistiva, mentre altri tablet economici utilizzano processori o GPU meno perfomanti. Insomma lo Hyundai A7 ha davvero tutto quello che serve per diventare il nuovo ammazza giganti, vedremo come risponderà il mercato.

Commenti (2) 

RSS dei commenti
Il dubbio rimane sulla memoria RAM, soprattutto dopo i commenti di Sony su ICS abbinato ai suoi smartphone; sembrerebbe che con ICS e 512Mb si perda molto in fluidità rispetto ad android3.2 inoltre pare che stesse applicazioni richiedano più memorie se girano su ICS, se la memoria fosse 1Gb non ci sarebbero problemi.
Il prezzo comunque permette di accettare delle limitazioni hw e prestazionali! Più che altro sarebbe interessante sapere se sarà commercializzato anche in UE e a che prezzo!  
riky1979

riky1979

aprile 10, 2012

sono d'accordo, 512MB per ICS sono pochi
peraltro non è detto che tutti abbiano bisogno delle funzioni introdotte con Android 4! molti preferirebbero Android 2.3 o 3.2 e un sistema più scattante  
Dgenie

Dgenie

aprile 10, 2012

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy