Home News Lenovo Yoga Book in Italia. La nostra prova, prezzi e modelli

Lenovo Yoga Book in Italia. La nostra prova, prezzi e modelli

Lenovo Yoga Book in prova. Prezzi e configurazioni per l'ItaliaLenovo Yoga Book, l'originale convertibile a 360 gradi con penna Real Pen e tastiera "ologramma" Halo Keyboard, arriva anche in Italia. Video prova con le nostre riflessioni, caratteristiche, modelli e prezzi.

Lenovo Yoga Book spinge verso nuovi orizzonti il concetto di "multimodalità", un neologismo coniato da Lenovo che evidentemente deriva dalla traslitterazione dell'inglese multi-mode ed indica la capacità di soddisfare molteplici esigenze tramite altrettante modalità d'uso. L'originario concept multi-mode risale ai primi notebook convertibili Lenovo Yoga con cerniere ruotanti a 360 gradi che consentivano di ribaltare lo schermo all'indietro per ottenere 4 configurazioni differenti: laptop tradizionale, tablet e due modalità intermedie denominate "stand" e "tenda".

Lenovo Yoga Book

Ritroviamo le stesse 4 configurazioni anche sul nuovo Yoga Book ma arricchite ed in qualche modo completate dalle nuove modalità derivanti dall'uso di una penna attiva. Lenovo chiama queste nuove modalità Browse (per navigare su Internet o leggere documenti), Create (per disegnare e prendere appunti a mano libera), Type (per scrivere) e Watch (una modalità multimediale perfetta per l'intrattenimento). Il risultato è davvero sorprendente, da "doppio wow" parafrasando la presentazione di Jeff Meredith, vicepresidente e direttore generale dell'Android Chrome Computing Business Group di Lenovo, ad IFA 2016 (potete guardare il video integrale qui di seguito).

Come tutti i prodotti "game changer", che in qualche modo cambiano le regole del gioco, anche Lenovo Yoga Book non è frutto del caso ma arriva al termine di un'intensa attività di Ricerca e Sviluppo durata più anni (fonti di Lenovo ci hanno confidato che i primi prototipi circolavano in azienda già da 1 anno). Si è partiti infatti da zero, cercando di immaginare il computer portatile del futuro ispirandosi non ai notebook già disponibili in commercio ma a qualcosa di molto più antico: il libro.

Una ricerca che culmina oggi con lo Yoga Book, tributo al libro ma in chiave moderna, tanto riuscito da meritare il prestigioso riconoscimento internazionale del Red Dot Design Award 2016. Esternamente Lenovo Yoga Book sembra un portatile Lenovo Yoga 910 in miniatura. Ha due valve con telaio monoblocco in lega di magnesio ed alluminio spesse solo 4,05mm unite centralmente da una cerniera watchband hinge ereditata dagli Yoga serie 900. È sempre ispirata ai cinturini in acciaio degli orologi ma nei notebook Yoga top di gamma è composta da oltre 800 elementi in acciaio, mentre nel caso dello Yoga Book è stata semplificata.

Lenovo Yoga Book ha uno spessore di soli 4,05mm aperto e 9,6mm chiuso

Anche se sullo Yoga Book la cerniera comprende solo 130 parti mobili è comunque sufficiente per tenere ben saldo, in qualsiasi angolazione, il display lid. Quest'ultimo ospita un pannello IPS da 10.1" con risoluzione Full HD di 1920x1080px e con una luminanza di 400 candele che lo rende ben leggibile anche all'aperto a differenza dei comuni notebook di fascia d'ingresso. Dalla parte opposta della cerniera è collegata la base che però non alloggia una tastiera e un touchpad tradizionali ma la cosiddetta Halo Keyboard.

La Halo Keyboard insieme alla penna Real Pen e all'interfaccia Android Book UI costituisce una delle prerogative che rendono lo Yoga Book diverso da qualsiasi altro notebook o tablet attualmente in vendita. La base infatti appare come una superficie in vetro completamente liscia, illuminata unicamente da un pulsante a sfioramento nell'angolo superiore destro. Se tocchiamo quel pulsante, la base si accende con un effetto "ologramma" o con un effetto "alla Tron" se preferite, mostrando i contorni dei tasti e del touchpad.

Non ci sono quindi veri e propri tasti come su una comune tastiera per notebook ma solo una superficie touch continua e ciò potrebbe disorientare la maggior parte degli utenti. Per ovviare a questo inconveniente Lenovo ha dotato la Halo Keyboard di un feedback aptico che vi darà una risposta tattile tramite vibrazione, indispensabile per permettervi di intuire se avete effettivamente premuto un tasto senza dover guardare la tastiera.

Devo confessare però che, per quanto innovativa, la tastiera è risultata poco convincente nella nostra veloce prova ad IFA 2016. Il comfort e la precisione di battitura sono quasi identici a quelli di una comune tastiera virtuale e come le tastiere virtuali infatti dispone di auto-completamento e auto-correzione degli errori su Android. Per un giudizio definitivo sarebbe però necessario un test più approfondito per capire se questi inconvenienti si riducono con un po' di pratica e anche per mettere alla prova l'Intelligenza Artificiale AI che Lenovo ha infuso in questo componente. L'AI dovrebbe registrare le nostre abitudini d'uso per adattarsi nel tempo al modo in cui usiamo la tastiera ma ovviamente è necessaria una fase di apprendimento che richiede più tempo di quello che abbiamo potuto spendere con lo Yoga Book nel nostro hands-on.

Premendo sullo stesso pulsante che serve ad illuminare la tastiera, possiamo disattivarla per passare al Create mode, una modalità creativa che prevede l'uso della penna attiva Real Pen. Sotto questo nome commerciale si cela una penna Wacom con riconoscimento di 2048 livelli di pressione e tecnologia EMR (Electro-Magnetic Resonance) che permette di alimentare la penna direttamente dal tablet senza bisogno di una batteria aggiuntiva.

In questa modalità la Halo Keyboard si trasforma in Create Pad e si comporta quindi come una tavoletta grafica. Viene disattivato l'input via tocco per un totale respingimento del palmo della mano, e in più la superficie in vetro della base offre una perfetta resistenza allo scorrimento della penna, non troppo liscia per favorire la precisione del tratto e non troppo ruvida per avere la sensazione di scrivere sulla carta.

Lenovo Yoga Book in modalità Create con la penna Real Pen 

La penna Lenovo Real Pen è fornita in bundle con lo Yoga Book ed ha due punte intercambiabili, una in plastica che potete utilizzare per scrivere o disegnare direttamente sulla base e l'altra con penna a sfera e inchiostro. Potete sostituire le due punte attraverso un apposito cappuccio in dotazione. La punta in plasica può essere usata anche per interagire con lo schermo capacitivo da 10.1" perché Lenovo l'ha provvisto di tecnologia AnyPen, una soluzione che avevamo già visto sugli Yoga Tab e che permette di utilizzare qualsiasi oggetto con punta conduttiva per scrivere sullo schermo.

La punta con penna a sfera invece va usata in abbinamento con un altro accessorio fornito a corredo e cioè il taccuino Book Pad, composto da un blocco note inserito all'interno di una custodia magnetica. Potete posizionare il Book Pad direttamente sulla base, in entrambi i versi, e prendere appunti su carta mentre gli stessi appunti vengono immediatamente immagazzinati anche sullo Yoga Book, pronti per essere archiviati o condivisi. In questa modalità lo Yoga Book ci ricorda molto il block notes digitale Wacom Bamboo Spark del quale condivide le eccellenti qualità.

Yoga Book con il taccuino Book Pad

Al cuore del Lenovo Yoga Book c'è un processore Intel Atom X5-Z8550, versione aggiornata al 2016 della popolarissima serie di CPU Cherry Trail che combinano sufficienti capacità di calcolo, un comparto multimediale attuale grazie al supporto per la decodifica HEVC, ed un'elevata efficienza energetica che permette di optare per un raffreddamento completamente passivo. Il vantaggio lato utente è quello di avere un device totalmente silenzioso e quindi adatto all'uso in biblioteche, aule e sale di lettura, oltre ad una lunga durata della batteria.

Dall'immagine seguente potete vedere come Lenovo sia riuscita a infilare una sottilissima batteria a 2 celle ai polimeri di Litio nello chassis dello Yoga Book. La batteria occupa completamente lo spazio in altezza ed è posizionata centralmente, circondata dai circuiti stampati. L'autonomia massima dichiarata è di 15 ore con sistema operativo Android e 13 ore con Windows 10.

Batteria e design interno dello Yoga Book di Lenovo

Gli utenti di Lenovo Yoga Book possono infatti scegliere fra due OS preinstallati, Windows 10 o Android Marshmallow, alternativamente e senza dual-OS. Windows 10 è nella release Pro sul modello in vendita in Italia ma all'Estero ci sono anche modelli con Windows 10 Home 64, mentre Android è personalizzato con una interfaccia utente che Lenovo ha chiamato Book UI e che include alcune delle features di alcune versioni custom di Android ottimizzate per il multi-windows e per il multitasking come Remix OS o Phoenix OS. C'è una taskbar che permette di passare in un tocco da una applicazione aperta all'altra e che termina sulla parte destra con alcuni pulsanti specifici per le modalità dello Yoga Book. Ad esempio in modalità Create avremo una finestrella dedicata all preview dell'app Lenovo Note Saver che ci permette di avere i nostri appunti in primo piano mentre in background continuiamo ad usare altre app.

Lenovo Yoga Book con Windows 10 o Android

La Book UI è una esclusiva dello Yoga Book con Android ma la versione con Windows 10 può contare su Windows Ink, il workspace introdotto con Anniversary Update e dedicato all'input via penna. Le SKU di Lenovo Yoga Book immediatamente disponibili in Italia sono tre:

  • Lenovo Yoga Book ZA150002IT con Windows 10 Pro, colore nero fumo a 599€;
  • Lenovo Yoga BookZA0V0033IT con Android colore grigio canna di fucile a 499€;
  • Lenovo Yoga BookZA0V0009IT con Android nel colore oro champagne a 499€.

Nessuna traccia per il momento nel nostro Paese dei modelli con connettività 4G LTE integrata che dovrebbero avere prezzi di 100€ superiori rispetto alle versioni WiFi only. Le consegne sono previste entro 4 settimane e per allora si definirà anche la gamma di accessori per Yoga Book che comprende, oltre ai ricambi per il taccuino e per la penna, anche la custodia Book Sleeve ed il replicatore di porte T-HUB con uscita HDMI.

Caratteristiche tecniche Lenovo Yoga Book

  • Processore: Intel Atom x5-Z8550 (2M Cache, Quad-Core, fino a 2.4 GHz)
  • Display: 10.1" FHD IPS(1920 x 1200), 70% color gamut, 400 nits, touchscreen capacitivo con tecnologia AnyPen
  • Sistema operativo: Android 6.0.1 Marshmallow con Book UI o Windows 10 Pro
  • Audio: 2 altoparlanti Dolby Atmos
  • Memoria: 4 GB LPDDR3
  • Storage: 64 GB
  • Espansioni: microSD fino a 128 GB, slot nanoSIM
  • Batteria: 2 celle ai polimeri di Litio da 8500 mAh, fino a 70 giorni in standby, fino a 15 ore di autonomia (13 ore Windows)
  • Dimensioni: 256,6 x 9,6 x 170,8 mm
  • Peso: 690gr
  • Create Pad : Capacitive Touch con EMR Pen
  • Porte:microUSB, audio jack
  • Camera: 2MP a fuoco fisso, 8MP con autofocus
  • Sensori: accelerometro, luminosità ambientale, bussola, PS, A-GPS
  • Networking:
    • 3G WCDMA : 1/2/3/4/5/6/8/9/19
    • 3G TD-SCDMA : 34/39
    • 4G FDD-LTE : 1/3/4/7/8/12/20/25;
    • 2/5/9/17/18/19
    • 4G TDD-LTE : 38/39/40
    • WLAN WiFi 802.11 a/b/g/n/ac Dual Channel (2.4 GHz e 5 GHz), Bluetooth 4.0
  • Software:
    • Android
      • Lenovo Note Saver
      • Lenovo Collection
      • Lenovo SHAREit
      • Lenovo SYNCit
      • Google Docs
      • Google Sheets
      • Google Slides
      • McAfee Security
      • Evernote ArtRage
      • TouchPal IME
    • Windows
      • Office Mobile - Excel
      • Office Mobile - PowerPoint
      • Office Mobile - Word
      • OneNote
      • ArtRage (Lite Trial)

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy