Home News Acer Aspire Switch 12: la recensione

Acer Aspire Switch 12: la recensione

Acer Aspire Switch 12: la recensioneAcer Aspire Switch 12 è un convertibile con display IPS Full HD e processore Intel Core M-5Y10a, dal prezzo accessibile. Chi l'ha recensito ne è rimasto entusiasta, considerandolo uno dei migliori device del mercato nel suo genere per versatilità. Certo, la soluzione adottata per agganciare la tastiera lo rende pesante e ingombrante come semplice tablet, ma se visto nel suo insieme può fare molto di più.

Inquadrare l'Acer Aspire Switch 12 durante la recensione non è stato facile a detta dei colleghi di notebookcheck, soprattutto a causa della particolare scelta effettuata dal produttore taiwanese che in pratica lascia la parte posteriore del piano tastiera sempre agganciato al display/tablet, a svolgere funzioni di stand ma rendendo al contempo il device troppo pesante e ingombrante per essere apprezzato come semplice tablet. Tuttavia, una volta compresa l'elevata versatilità offerta da questa originale soluzione il giudizio è diventato estremamente positivo.

Acer Aspire Switch 12

DESIGN, MATERIALI E DIMENSIONI
Le plastiche utilizzate per la scocca sono robuste ma anche dense e quindi pesanti ed hanno un aspetto un po' economico. Anche le finiture non sono proprio impeccabili e i bordi sembrano un po' troppo affilati. Il device dunque nell'insieme appare un po' troppo pesante e ingombrante rispetto agli standard attuali, soprattutto per quanto riguarda il tablet preso da solo, a causa come già detto del particolare meccanismo d'aggancio scelto da Acer. La parte pieghevole infatti è ospitata sul tablet stesso, svolgendo funzioni di stand. Il punto fondamentale di tutta la valutazione del resto gira proprio attorno a questa soluzione, apparentemente penalizzante ma che in realtà rendono il device del tutto indipendente dalla tastiera che tra l'altro è anche di tipo Bluetooth e può essere quindi utilizzata anche senza essere connessa fisicamente al display. Questa soluzione permette una grande libertà nel posizionamento e nella configurazione del device, che può essere posto a distanze diverse rispetto all'utente e assumere differenti modalità che ne ampliano enormemente l'usabilità. Per quanto riguarda il parco porte, tra tablet e stand troviamo una porta USB 2.0, una microUSB 3.0, un'uscita video microHDMI, un lettore di schede microSD e jack audio per cuffie, anche in questo caso molto di più di quanto solitamente offerto da un tablet normale, ma meno rispetto a un comune notebook.

 Acer Aspire Switch 12

Acer Aspire Switch 12Acer Aspire Switch 12

TASTIERA
Un'altra particolarità dell'Acer Aspire Switch 12 riguarda proprio la parte sganciabile, che ospita la tastiera ma, a sorpresa, nessun touchpad, sostituito però da un point stick a due pulsanti, una soluzione un po' inedita per un device consumer, visto che normalmente i point stick sono utilizzati più che altro in ambito professionale. Questo però ha consentito ad Acer di adottare una tastiera dai tasti di dimensioni standard in uno spazio davvero ridotto, offrendo un'ottima esperienza di digitazione. Dal canto suo il point stick, pur non essendo avanzato quanto le soluzioni implementate da Lenovo o Dell, fa bene il suo lavoro, assicurando una buona precisione nel puntamento.

Acer Aspire Switch 12

DISPLAY
L'Acer Aspire Switch 12 utilizza un pannello multitouch a 10 punti di contatto di tipo IPS con diagonale di 12.5 pollici e risoluzione Full HD. Dalle misurazioni lo schermo gode come sempre dei tanti vantaggi offerti da questa tecnologia, con valori di luminanza e contrasto abbastanza elevati, pari rispettivamente a 327 cd/m2 e 802:1, una gamma colore estesa e corretta e un ampio angolo di visione sul piano orizzontale. Anche il pannello touch funziona bene ed è reattivo e consente inoltre l'utilizzo di un pennino, sebbene quest'ultimo sia solo opzionale.   

HARDWARE E PRESTAZIONI
L'Acer Aspire Switch 12 è equipaggiato con un processore Intel Core M-5Y10c, 4 GB di RAM e un'unità a stato solido da 128 GB, in pratica una configurazione più vicina a quella di un ultrabook che di un tablet. Le prestazioni sono molto buone e consentono un'ottima flessibilità d'uso, con la possibilità di svolgere non solo i normali task quotidiani ma anche alcuni più legati alla produttività, anche se non particolarmente impegnativi e persino il gaming, con qualche titolo, è possibile, sebbene solo per un casual gamer. Le valutazioni espresse riguardo ai nuovi Intel Broadwell Core M possono apparire molto altalenanti da una recensione all'altra, ottenendo a volte giudizi positivi e altri negativi ma per capire come mai i risultati possano essere così contraddittori bisogna comprendere che affinché queste CPU si esprimano al meglio è fondamentale la loro dissipazione, in quanto un corretto raffreddamento consente loro di raggiungere la massima frequenza prevista in modalità Turbo Boost, senza la quale le performance si degradano sensibilmente.

Acer Aspire Switch 12

TEMPERATURE, RUMOROSITA' E AUTONOMIA
A riprova dell'efficienza del sistema di raffreddamento adottato da Acer, sotto sforzo l'Aspire Switch 12 ha raggiunto al massimo i 43.6° C, una temperatura tutt'altro che fastidiosa per l'ergonomia, soprattutto tenendo conto che era localizzata nella parte posteriore del piano tastiera. Se poi si pensa anche al fatto che il device è particolarmente silenzioso allora il risultato finale è doppiamente positivo. L'autonomia, attestandosi attorno alle 6 ore, è buona senza essere eccezionale.

Nell'insieme dunque l'Acer Aspire Switch 12 è un ottimo convertibile che fa della flessibilità d'uso la sua arma vincente, abbinata a buone doti di calcolo, a un display valido e a un'autonomia non stratosferica ma comunque valida in ambito consumer.

Acer Aspire Switch 12

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy