Home News Windows 10 April 2019 Update darà accesso ai file Linux da Windows

Windows 10 April 2019 Update darà accesso ai file Linux da Windows

Windows 10 April 2019 Update darà accesso ai file Linux da WindowsCon Windows 10 April 2019 Update, Microsoft aggiungerà una nuova funzione a Windows Subsystem for Linux ovvero la possibilità di accedere ai file di Linux direttamente da Windows.

Una delle feature più sorprendenti di Windows 10 è la possibilità di abilitare Windows Subsystem for Linux (WSL), installare la propria distribuzione preferita (come Ubuntu) ed eseguire comandi Linux in una shell Bash. Questa funzionalità è disponibile già da alcuni anni, per la precisione dall'inizio del 2016, ma Microsoft continua ad ottimizzare l'interazione e la sinergia tra Windows e Linux di anno in anno, attraverso gli aggiornamenti del suo sistema operativo.

Windows Subsystem for Linux

Qualche esempio? Un semplice update ha permesso di avviare applicazioni Windows da Linux, una funzione non abilitata in fase iniziale, così come presto sarà possibile accedere ai file di Linux da Windows anche se ormai da tempo gli utenti possono fare il contrario cioè consultare i file Windows da Linux. L'azienda di Redmond ha annunciato che, a partire da Windows 10 release 1903 ovvero Windows 10 April 2019 Update si potrà aver accesso ai file Linux utilizzando gli strumenti nativi di Windows.

Volete aprire Windows Explorer e sfogliare il file system Linux? Basta lanciare la shell Bash, navigare nella directory che si desidera visualizzare e quindi digitare "explorer.exe" (senza virgolette) per aprire quella directory in Esplora File. Quindi si potrà trascinare e rilasciare i file tra Windows e Linux, aprire i file in un editor di testo, copiare e incollare, rinominare o apportare altre modifiche. Il percorso sarà riconosciuto da Windows come \\wsl$\<running_distro_name>\ e modificando il nome della distribuzione sarà quindi possibile raggiungere i file di tutte le distribuzioni installate sulla macchina.

Craig Loewen di Microsoft afferma che gli sviluppatori stanno "studiando modi per migliorare in futuro la rilevabilità dei file Linux all'interno di Esplora File". Se invece preferite usare gli strumenti da riga di comando, potrete attivare PowerShell e navigare nella directory Linux.

Microsoft però fa notare che ci sono alcune limitazioni: la distribuzione Linux dovrà essere in esecuzione se l'utente vorrà accedere ai propri file (questo potrebbe cambiare in futuro) e potrebbero esserci alcuni problemi causati da un mancato funzionamento di alcuni comandi perché Windows Subsystem for Linux configura un server Linux e considera Windows come un client, quindi i file Linux sono archiviati in un'unità di rete e non in un'unità locale. Per un approfondimento, potete leggere il blogpost di Loewen sull'argomento.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy