Home News TIM e Vodafone multate dall'Antitrust

TIM e Vodafone multate dall'Antitrust

Tim e Vodafone multate dall'Antitrust Il collegamento ad internet e i pezzi di TIM e Vodafone per questo servizio sono nell'occhio del ciclone. Interviene l'Antitrust con una maxi multa da 660.000 euro per comportamento scorretto nell'esercizio commerciale.

Dopo alcune settimane di osservazione da parte dell'Autority e dopo la bufera scatenata per i prezzi dell'iPhone, TIM e Vodafone tornano nuovamente sulle prime pagine dei giornati, questa volta con l'accusa di "pratica commerciale scorretta", relativamente ai programmi e ai prezzi del collegamento ad internet via cellulare o penna Wi-Fi, offerto da entrambi gli operatori. Questo tipo di connessione è tra le più utilizzate durante l'estate, anche per brevi periodi di ferie, in quanto consente all'utente di accedere ad internet in qualunque posto e momento con il proprio netbook o semplicemente con il telefono cellulare. Ma a quale prezzo e condizione?

{multithumb}ImageA TIM è assegnata una multa da 300.000 euro per un SMS inviato agli utenti con piano telefonico Tim Flat Day in cui si leggeva: “Attivato Flat Day fino alle 24”. L'operatore è multato per non aver chiesto il consenso nell'attivazione della tariffa e non aver fornito i dettagli e le informazioni economiche necessarie all'utente che si accingeva a cambiare il suo piano telefonico. Vodafone, invece, dovrà pagare una multa di 330.000 euro per la promozione Vodafone Internet Key, con la quale il cliente aveva diritto ad una penna USB per la connessione internet via wireless.

L'illecito in questo caso sarebbe dovuto alla pubblicità ingannevole del piano telefonico, che avrebbe ingannato gli utenti meno esperti. Ci auguriamo che questa ennesima lezione possa servire ad entrambe le aziende telefoniche per mostrare in futuro maggiore chiarezza e trasparenza verso i propri clienti.

 

 

Commenti (1) 

RSS dei commenti
Considerando il guadagno illecito ottenuto con questi "trucchetti", penso che le possibili multe fossero state messe in conto (mi ricorda tanto qualcuno che evade le tasse per milioni e si crea le leggi ad hoc per pagare una multa irrisoria). A mio parere ci vorrebbero sanzioni di natura differente per convincere gli operatori ad agire onestamente.  
0

Galadh

agosto 23, 2008

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy