Home News Tastiere dei notebook al microscopio

Tastiere dei notebook al microscopio

tastiera notebook batteriAvete mai provato a pensare cosa si nasconde sulla tastiera del vostro notebook? Potreste rimanere sorpresi dalla quantità di microrganismi, che crescono e si moltiplicano sotto le vostre mani!

Secondo i risultati prodotti da un recente studio "Which? Computing" , effettuato da un team di ricercatori britannici, le tastiere dei nostri computer sono il covo di germi, batteri, virus e microrganismi, anche di origine patogena, con conseguenze di infezioni e malattie virali. I biologi inglesi hanno testato ben 33 tastiere di computer, presenti in uffici londinesi, raccogliendo dei risultati sconcertanti: la quantità di colonie batteriche (UFC) individuate raggiungeva livelli tali ed eguagliabili a quelle presenti sulla tavoletta di un water o sulla maniglia di una toilette pubblica.

La tastiera di un notebook

Tali risultati sono naturalmente indice di poca igiene, una condizione che favorisce la crescita di microrganismi e ne facilità la loro proliferazione. In particolare, quattro tastiere sono state giudicate potenzialmente dannose per la salute, consigliandone la sostituzione di una di esse che aveva oltrepassato di 150 volte il limite massimo di batteri, cinque volte più sporca di un normale water. La causa principale della sporcizia presente sulle tastiera è determinata dall'insana abitudine di pranzare sulla propria postazione di lavoro, sulla scrivania e vicino al computer. Anche briciole di pane e residui di cibo alimentano la crescita di milioni di batteri.

A ciò si deve aggiungere, inoltre, la scarsa igiene personale caratterizzata soprattutto dall'abitudine di non lavarsi le mani dopo essere andati in bagno. Da una recente inchiesta è emerso che su 4.000 persone, una su 10 non ha mai pulito la tastiera, mentre il 20% non ha mai pulito il mouse. Fortunatamente, circa la metà, il 46%, pulisce la tastiera meno di una volta al mese. E voi a quale fetta di utenti appartenete?

Commenti (3) 

RSS dei commenti
Userò la tastierà con i guanti :lol:  
0

eagle31

maggio 06, 2008

la mia non c'è bisogno di analizzarla al microscopio per capire che è sporchissima! :lol:  
0

Ultimate

maggio 06, 2008

Ringrazio notebook italia per questo articolo molto indicativo:

"su 4.000 persone, una su 10 non ha mai pulito la tastiera"

e ci credo, nelle scuole, negli edifici pubblici, nelle nostre case, molti non sanno nemmeno come sia fatta una tastiera. Parla uno che non la pulisce da circa 2 anni (con 5 ore al giorno di utilizzo), ma prima di mettermi al pc mi lavo sempre le mani con il sapone, oltre ad evitare totalmente di mangiare davanti al pc: per quello esiste il tavolo della cucina smilies/cheesy.gif . Infine la maggior sporcizia prodotta dalle mani, viene depositata soprattutto sotto i tasti (in alcune tastiere basta guardarle di sbieco per capire che sarebbero da pulire). Comunque niente paura: un paio di viti e si smonta, si pulisce e si rimonta, operazione che occupa da 3 minuti (per i più pratici) ai 15 minuti (per quelli che non sanno cosa sia una vite :wink: ). Per i portatili ho sempre consigliato di utilizzare una tastiera esterna, che evita anche il problema di smontarla (in alcuni notebook corrisponde a smontarne mezzo).

Per il resto......buon lavoro e lavatevi le mani dopo essere andati in bagno!!! :shock:  
0

Whity

maggio 06, 2008

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy