Home Recensioni Review Dell Inspiron 6400

Review Dell Inspiron 6400

ImageRecensione del Dell Inspiron 6400, un portatile mainstream che ha riscosso un buon successo di pubblico anche sul mercato italiano grazie alla dotazione completa e ad un prezzo concorrenziale. 

Acquisto

Mi avevano parlato bene dei prodotti di Dell e così, quando ho deciso di comprare un nuovo  notebook, sono andato a dare un'occhiata sul sito del produttore americano. L'Inspiron 6400 veniva descritto con queste parole:

Image

"Il nuovo notebook Inspiron 6400 è stato progettato per garantire la massima versatilità. Soddisfa le esigenze di mobilità garantendo sempre prestazioni e intrattenimento eccellenti. Grazie alla combinazione del nuovo chipset Intel® 945® per PC portatili e del processore Intel® CoreTM Duo a ridotto consumo energetico, la durata della batteria non rappresenterà più un problema nell'utilizzo di applicazioni multimediali o di produttività in viaggio o fuori dall'ufficio. Con peso a partire da soli 2,8 kg, Inspiron 6400 è la soluzione ideale per l'intrattenimento in movimento.

Prevede display widescreen da 15,4" in due possibili risoluzioni, sistema operativo Windows® XP autentico preferito, tecnologia mobile Intel® Centrino® Duo: processore Intel® CoreTM Duo T2500 (2 GHz, cache L2 2 MB, FSB 667 MHz) connessione di rete wireless Intel® Pro/Wireless 3945 (802.11a/b/g), scheda grafica Intel® Graphics Media Accelerator 950TM integrata con un massimo di 256 MB di memoria di sistema condivisa, elevata capacità di storage, numero elevato di porte e accesso wireless integrato. Il notebook 6400 è una piattaforma versatile per qualsiasi tipo di esigenza."

La descrizione corrispondeva al notebook che stavo cercando e l'ho acquistato configurandolo direttamente sul sito di Dell (com'è noto, Dell fa solo vendita diretta o attraverso il sito o tramite telefono)

Specifiche

  • Processore: Intel Core Duo T2400 a 1.83 GHz (Yonah)
  • Sistema Operativo: Microsoft® Windows® XP SP2 Professional Autentico
  • Chipset: Mobile Intel 945 PM Express Chipset
  • Memoria: DDR II -533 e 667 MHz ; 2x DDR soDIMM Socket (Nanya tech); (max 2048MB)
  • Schermo: 15.4" WSXGA+ con Truelife; Risoluzione 1680x1050  
  • Scheda Video: ATI Mobility Radeon X1400 256Mb, PCI-Express x16
  • Hard disk: Hard Disk da 100 Gbyte 5400 Rpm Sata – FUJITSU MHV2100BH
  • Drive Ottico: Combo 8X Dvd R+/R- dual layer – PHILIPS SDVD8820
  • Porte: 1 x EPP/ECP Parallel port/D-sub 25-pin, Audio-out jack, Mic-in jack, Line-in Jack, RJ11 Modem jack, RJ45 LAN Jack, 4 USB 2.0, 1 IEEE 1394, TV Out (S-Video), PCMCIA Tipo II, 2.1 compatibile, IrDA, VGA out, Lettore schede di memoria (MMC/SD, Memory Stick, MS-Pro)
  • Networking: Dell Wireless 1390 802.11b/g 54Mbps Mini-PCI Wireless Card, Gigabit LAN, 56k V.92, Bluetooth 2.0
  • Audio: Sigmatel
  • Altro: Svc Basic at Home Service incl. Evenings and Saturdays, Kensington Pilot Mouse Mini Retractable
  • Sicurezza: Aggancio Kensington Lock
  • Batteria: 6 celle 53 Wh
  • Dimensioni: 356x265.5x36.5 mm
  • Peso: a partire da 2.80 Kg
  • Contenuto confezione: manuale utente, guida utente dell mediadirect, guida informazioni sul prodotto, guida alla configurazione per windows xp media center ediction con cd sistema operativo, cd reinstalling mediadirect, cd works 8.5, cd drivers and utilities, cavetto telefonico per modem
  • Garanzia: 1 anno (ritiro e sostituzione)

Impressioni generali

L'Inspiron 6400 rappresenta un ottimo compromesso tra leggerezza e robustezza, a differenza della vecchia serie Dell. Ritengo che la qualità costruttiva generale sia buona, con una attenzione particolare per i dettagli, come gli inseriti in plastica molto resistenti. Dal punto di vista estetico il portatile è molto gradevole per la combinazione dei colori nero (sul fondo), argento lucido (in superficie) e bianco (sui bordi). Particolare, quest'ultimo, che avrei volentieri risparmiato  perché temo che il rivestimento verniciato, comunque molto raffinato ed esclusivo, possa essere facilmente soggetto a raschi e graffi. In rapporto ad altri notebook, l'assemblaggio è perfetto, tanto che non noto batterie ballerine e cerniere cigolanti.

Image

Image

Interfacce 

Lato sinistro: Su questo lato troviamo l'ingresso per agganciare il cavo di sicurezza Kensington Lock e il cassetto del masterizzatore. Manca una porta USB su questo lato per favorire i mancini.

Image 

Lato destro: Abbiamo 2 porte USB 2.0, utilissime per connettere un mouse o altre periferiche esterne. E' visibile anche una porta firewire mentre mancano le ormai datate porte seriali e parallele, comunque non indispensabili per il mio lavoro. Sempre sul versante sinistro sono disposti, anche, uno slot di espansione ExpressCard, il lettore di schede di memoria e i jack per microfono e cuffie.

Image 

Lato anteriore:  Il profilo frontale è caratterizzato da una serie di pulsanti multimediali disposti fra i due altoparlanti.

Image 

Lato posteriore: E' su questo lato che troviamo la maggior parte di interfacce. Da destra verso sinistra possiamo osservare il connettore dell'alimentatore, gli ingressi modem e ethernet, 2 ulteriori porte USB 2.0, una S-Video e  l'uscita video VGA.

Image 

 

Dispositivi di input

Il touchpad è in posizione arretrata rispetto alla tastiera, evitando che possa essere sfiorato o premuto inavvertitamente. Caratteristica che, a mio parere, potrebbe risultatare molto utile. I pulsanti sembrano di materiale plastico "economico", ma nonostante ciò danno l'idea di essere resistenti e silenziosi, hanno una corsa lunga piuttosto morbida, a cui ci si abitua molto facilmente. Ad un primo uso, il touchpad mi è parso poco scorrevole, ruvido, ma dopo un'opportuno settaggio ha raggiunto una buona sensibilità.

Image

La tastiera appare robusta e solida, anche se ho notato una leggera flessione nella parte superiore se si comprime con forza sul telaio. Unica nota sono i tasti direzionali left arrow e right arrow piuttosto lenti e molto silenziosi, ai quali mi sono abituato a fatica dal momento che il mio vecchio notebook aveva tasti più rumorosi.

Video

Lo schermo del mio notebook è quello con risoluzione più alta, ovvero WSXGA+ (1680x1050) ultra sharp con TrueLife (schermo lucido), perfetto e privo di dead pixel. Il pannello in questione ha, sicuramente, rispetto agli altri modelli, un angolo di visuale, una risoluzione e una luminosità nettamente superiore, opinione condivisa da tutti i possessori. La qualità, in realtà, non è equiparabile a quella degli schermi XBlack dei Vaio, ma certamente molto alta, con un'ottima definizione e un buon contrasto dei colori, anche se in alcuni casi è necessario inclinare lo schermo per avere una migliore resa. L'unico inconveniente che ho riscontrato è una anomala illuminazione nella parte bassa dello schermo, forse dovuta ad un cattivo funzionamento della lampada. Il Truelife potrebbe risultare fastidioso a seconda dell'illuminazione dell'ambiente, comunque il massimo riflesso si raggiunge quando lo schermo è nero, ovviamente. Nonostante questo sono soddisfatto e non cambierei idea sulla scelta. In esterno non l'ho testato. In alternativa allo schermo glossy si può optare per uno schermo opaco. Ho avuto modo di osservare quest'ultimo sul notebook di un mio amico e, come impressione generale, posso affermare che lo schermo non aveva difformità di illuminazione e sembrava più riposante alla vista.

In realtà sono un pò deluso dalla scheda grafica: credo che Dell debba iniziare a montare delle schede più aggiornate e performanti. Non si tratta solo di una questione legata all'utilizzo di giochi 3D o programmi che impegnano molto la sezione grafica della macchina, ma anche e soprattutto alla difficoltà di utilizzare in modo fluido Sistemi Operativi pche fanno largo uso di trasparenze o programmi di modellazione 3D. Spero che Dell tenga conto nella prossima linea di queste esigenze.

Comunque i test effettuati hanno evidenziato dei buoni risultati.

Audio

La qualità audio mi ha molto colpito positivamente: il suono è corposo e nitido. Sembra che le casse (che da manuale segnano solo 1 W), diano prestazioni ben più alte, tanto che ascoltando musica o vedendo un film con volume al max sono costretto a "blindarmi" in camera perche' l'audio invade tutta la casa. Gli autoparlanti, quindi, si sono rivelati una vera sorpresa e credo che attualmente sul mercato siano il massimo che si possa desiderare. Il volume non distorce il suono sui toni alti, mentre i bassi, se tenuti a volume minimo, riescono comunque a produrre un suono naturale. I tasti del volume e di avanzamento brano sono anch'essi posizionati anteriormente sul notebook, tra gli altoparlanti, e illuminati con luce blu. Sicuramente una soluzione comoda e pratica, considerando che il Dell 6400 è stato progettato come notebook multimediale.

Dispositivi di archiaviazione

Hard disk e masterizzatore sono molto silenziosi. Il disco rigido è quasi impercettibile e ci si accorge del suo lavoro solo dalla spia accesa. Per ora ho provato a masterizzare solo su supporti Verbatim, a mio avviso i migliori in commercio, e non ho mai avuto problemi, conto in futuro di testarlo ulteriormente. Unica osservazione: un fastidioso "rumore" in fase di caricamento del lettore DVD, con una strana vibrazione dell'unità. Proverò a monitorare questo difetto.

Autonomia

Con la batteria più piccola, a 6 celle, e la Cpu estremamente performante non mi aspettavo grandi risultati per quanto riguarda l’autonomia. Invece l'Inspiron 6400 ci ha sorpreso positivamente:

  • Impostando la luminosità al massimo, il sistema ha riprodotto un film in DVD per 2 ore e mezzo.
  • Usando applicazioni comuni, con il Wi-Fi attivato e luminosità pressoché al massimo, ho quasi raggiunto le 3 ore.
  • Impostando la luminosità al minimo e disattivando il Wi-fi sono arrivato vicino alle 4 ore.

Nonostante ciò, volendo, potremmo esaurire la batteria in 1 ora e mezza o anche meno usando, per esempio, giochi 3D.

La batteria a 9 celle, contrariamente alle mie preoccupazioni, non sporge e pur risultando un pò panciuta non oltrepassa i piedini. Facendo una stima, vedendo un DVD con audio e luminosità al massimo, Wi-Fi attivo, il notebook raggiunge anche le 3h, mentre sfiora le 5 ore con impostazioni settate al minimo. Un particolare che mi ha stupito è la presenza di 5 led verdi sulla batteria e un pulsante che permette di conoscere il livello di carica anche se è staccata dal portatile. Un'idea davvero pratica!
La batteria si ricarica velocemente fino all’80% (ad un ritmo di circa l'1% al minuto) , quindi durante 1 ora di attesa all’aeroporto si ha la possibilità di recuperare la gran parte della carica. Ritengo che la batteria a 9 celle rappresenti una scelta migliore rispetto all’acquisto di 2 batterie standard, dal momento che le celle agli ioni di Litio si scaricano anche se non vengono usate.

Networking

Sia il Wi-Fi e il Bluetooth funzionano perfettamente. La scheda wireless Dell 1390 supporta lo standard 802.11g, mantiene stabilmente il segnale e si connette senza problemi a reti wireless di diverso tipo.

Anche il Bluetooth non sembra avere problemi: l'ho subito testato, stabilendo una rete col mio Nokia e non ho riscontrato anomalie.

Temperature e Rumorosità

Il calore non risulta eccesivo. Ho notato che la ventola parte solo durante l'esecuzione di programmi impegnativi, mentre rimane inattiva, ad esempio, nella visione di un DVD. Da una stima generale, al tatto, mi rendo conto che dopo la riproduzione di un DVD, il notebook è caldo, anche se non eccessivamente:

  • Il fondo del notebook diventa caldo con un leggero aumento di temperatura nella parte superiore, verso lo schermo.
  • La tastiera e le zone sotto il display risultano più calde.

Credo che comunque le temperature siano nella norma e, complessivamente, abbiano valori contenuti. Ricordo che, nella misurazione delle temperature, molto dipende dal supporto su cui il notebook è poggiato.

Per quanto riguarda la rumorosità io reputo che sia praticamente inesistente.

Test (a cura di Lanfste)

PcMark04: 5474 ( risultati completi )

PcMark05:  3190 ( risultati completi )

HD Tach: 

Image

3DMark03:  3864 ( risultati completi )

3DMark05: 1797 ( risultati completi )

3DMark06:  820 ( risultati completi )

Altro

Il notebook è stracolmo di software, che giudico inutili. Sarebbe necassaria una rimozione, dal momento che in sola fase di accensione, i processi attivi mi rallentano le prestazioni. Il MediaDirect mi ha colpito molto e lo reputo sicuramente piu' studiato rispetto al QuickPlay, montato sui notebook HP.

Conclusioni

In conclusione mi sento di dire che il Dell 6400 è un buon portatile e riassume, in un buon prezzo, alte prestazioni e portabilità. Escludendo, piccolissime pecche mi posso ritenere soddisfatto e fortunato. Se a questo si aggiunge che il notebook è completamente upgradabile, il quadro diventa quasi perfetto.. e poi si sa..la perfezione non esiste.

Si ringraziano tutti coloro che hanno dato un contributo alla stesura di questa recensione e, in particolare, Ezio79, Kopetea, Lanfste, Mic1 e Pinok.

Appendice a) Guida all'installazione di Linux Slackware 

Potete consultare la guida all'indirizzo http://notebookitalia.it/guida-slackware-linux-10.2-su-dell-inspiron-6400.html

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy