ImageSamsung rinnova la sua offerta di hard disk per notebook da 2,5" con l'introduzione delle due nuove serie M80 SATA ed M80 caratterizzate dall'utilizzo della tecnologia PMR (Perpendicular Magnetic Recording).

La serie M80 SATA comprende i modelli  HM080HI da 80GB, HM120II da 120GB e il più capiente HM160JI da 160GB, mentre  fanno parte della serie M80 i modelli  HM080HC da 80GB, HM120IC da 120GB e HM160JC da 160GB. Fra le due serie quella SATA dovrebbe avere performance leggermente superiori rispetto a quella PATA.

 

Un Seagate Momentus con PMR

Gli hard disk della serie M80 integreranno i "free-fall sensors" di Samsung, lo stato dell'arte in tema di sensori di shock-protection con una bassissima tolleranza alle accelerazioni (pari ad una caduta da 30 cm). Un'altra caratteristica che sarà sicuramente molto apprezzata sui notebook è il sistema proprietario Hibrid Latch che permette di ridurre la rumorosità d'esercizio eliminando i fastidiosi ticchettii che vengono generati dalle testine.

Samsung è solo l'ultimo produttore di dispositivi di archiviazione ad adottare la registrazione perpendicolare: in precedenza avevano già sviluppato dispositivi di questo genere Toshiba, Seagate e Western Digital, per citarne solo i maggiori.

La Registrazione Perpendicolare è una tecnologia ideata dal professor Shun-ichi Iwasaki dell'Istituto di Tecnologia "Tohoku" nel 1976 e applicata inizialmente e con scarso successo ai floppy disk. Successivamente, Hitachi ha recuperato, applicandola agli hard disk, questa tecnologia che permette di realizzare dischi rigidi con capacità fino a 10 volte superiori a quelle precedenti.

Grafico di funzionamento della Registrazione Perpendicolare

Il nome "registrazione perpendicolare" sintetizza bene il funzionamento di questa nuova tecnica di registrazione: con il metodo standard adotatto finora, la testina produce un campo magnetico le cui linee di forza attraversano in direzione longitudinale (parallelamente alla superficie) il materiale magnetico del piatto; con il nuovo metodo, la testina è concepita in modo tale che il campo magnetico attraversa lo strato magnetico in direzione perpendicolare alla superficie del piatto (fonte Wikipedia ). Questa tecnologia permette di ottenere una maggiore densità di scrittura (e quindi di immagazzinare più dati a parità di superficie con un HDD tradizionale) e di limitare il fattore di corruzione dei dati.

Commenti