Home News MSI GT80 Titan disassemblato. Non sembra così facile...

MSI GT80 Titan disassemblato. Non sembra così facile...

MSI GT80 Titan disassemblato. Non sembra così facile...Quanto è impegnativo smontare un notebook imponente e complesso come l'MSI GT80 Titan? Non è una domanda oziosa per un prodotto che costa 3299 dollari e che una volta acquistato vorremmo tutti che durasse il più a lungo possibile. La guida al disassemblaggio apparsa sul Web ci spiega dunque come accedere all'interno, pulire tutto ed effettuare riparazioni e upgrade.

Tutti ovviamente vi ricorderete dell'MSI GT80 Titan, uno dei più grandi e potenti gaming notebook dell'intero panorama attuale. Si tratta di una macchina formidabile da tanti punti di vista, non ultimo da quello dei costi, visto che per averla servono come minimo 3299 dollari. Una spesa che definire impegnativa è un eufemismo e che certo non viene ammortizzata nei due anni in cui è in garanzia. E se qualcosa si rompe dopo cosa succede o se invece l'utente volesse aggiornare il notebook il più a lungo possibile così da allungarne la vita utile? Intervenire su un portatile è sempre molto più complesso che farlo su un computer desktop, per questo esistono i colleghi di MyFixGuide e le loro guide dettagliate al disassemblaggio.

MSI GT80 Titan

Per guadagnare l'accesso all'interno dell'MSI GT80 si procede come in tutti gli altri casi, svitando tutte le viti presenti sul fondo e rimuovendo quest'ultimo. Una volta eseguita questa operazione preliminare le prime cose che vedremo saranno l'imponente sistema di heat pipe a doppia ventola, la batteria, lo speaker del woofer e gli slot per le RAM che nel caso specifico contengono due banchi di Hynix PC3L-12800S da 8 GB ciascuno.

Il problema principale sembra però legato alla batteria che non è accessibile anche dopo aver asportato completamente il sistema di dissipazione del calore. In compenso però si possono mettere le mani sulla scheda madre, sebbene, al di là della RAM, la maggior parte della componentistica appare saldata sul PCB. Se si vuol sostituire SSD, hard disk o drive ottico sarà invece necessario rimuovere il piano tastiera, avendo cura di togliere prima le coperture lungo i fianchi, che lo bloccano in posizione. A questo punto sarà sufficiente togliere le viti e sganciare i cavi per poter togliere i singoli componenti.

MSI GT80 Titan

MSI GT80 Titan MSI GT80 Titan

Da notare anche la presenza, in alto, di quattro speaker, disposti però in maniera asimmetrica e apparentemente distribuiti su una superficie minima, invece di risultare disposti sui lati opposti così da rinforzare la percezione stereofonica dei suoni. Per smontare la batteria non manca dunque che rimuovere prima la tastiera stessa, quindi la cornice del piano tastiera, senza dimenticare ovviamente di sganciare anche il cavo.

Insomma il livello di manutenibilità dell'MSI GT80 Titan sembra piuttosto elevato, ma la procedura non sembra essere alla portata di tutti e, anche se non richiede particolari attrezzature, è piuttosto complessa e delicata da portare a termine. 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy