Home News Internet delle cose (IoT): cos'è e come ci cambierà?

Internet delle cose (IoT): cos'è e come ci cambierà?

Internet delle cose (IoT): cos'è e come ci cambierà?Che cosa hanno in comune i fusti di birra, le sedie a rotelle e i camion? Sono solo alcuni degli oggetti che stanno per essere trasformati in soluzioni intelligenti, guidate dai dati, per risolvere problemi reali. Questa rivoluzione tecnologica è resa possibile dall'Internet delle cose (IoT), ma per raggiungere la trasformazione e favorire il successo dell'Internet delle cose, è necessario tenere conto di quattro aree principali: sicurezza, interoperabilità, standard di settore e scalabilità con l'ecosistema.

Per trarre il massimo vantaggio dall'IoT, è necessario stabilire connessioni sicure tra i diversi sistemi, che devono essere interoperabili e in grado di comunicare. Può rivelarsi un'impresa ardua e con tempi lunghi per coloro che implementano sistemi per l'Internet delle cose, oltre che per gli sviluppatori che creano apposite applicazioni. Per guidare lo sviluppo e facilitare l'implementazione di soluzioni per l'IoT, Intel ha identificato cinque caratteristiche fondamentali per soluzioni edge-to-cloud: sicurezza, interoperabilità, standard di settore e scalabilità con l'ecosistema.

Per consentire a sviluppatori e provider di servizi di creare e distribuire soluzioni per l'Internet delle cose in modo rapido e sicuro, Intel offre una serie di elementi di base fondamentali, a partire dalla sicurezza, grazie all'integrazione di tecnologie hardware e software di Intel e Wind River per proteggere dispositivi e dati. Inoltre, la disponibilità di un framework per gestire i dispositivi e normalizzare i dati semplifica l'implementazione e l'interoperabilità. Infine, la trasformazione dei dati in informazioni utili e significative richiede un'ampia infrastruttura di analisi che spazia dall'edge al cloud, oltre alle API per mostrare, trasferire e monetizzare facilmente i dati.

Internet delle cose caratteristiche

Inoltre, leader di settore nel campo dell'IoT, tra cui AT&T, Cisco, GE e IBM, collaborano con Santa Clara per creare soluzioni che offrano a sviluppatori e clienti la flessibilità necessaria per incentivare l'adozione nel mercato. AT&T è in trattativa con Intel per fare in modo che le proprie soluzioni cloud M2M vengano precaricate nelle soluzioni gateway Intel per l'Internet delle cose. Intel intende promuovere attivamente le offerte di gestione di rete e Global SIM di AT&T nel proprio ecosistema ODM.

AT&T e Intel hanno inoltre discusso la possibilità di semplificare il processo di certificazione e consentire agli ODM di introdurre prodotti sul mercato in modo più rapido e a costi contenuti attraverso i rispettivi canali. Cisco e Intel offrono soluzioni per l'Internet delle cose in segmenti come quello degli edifici intelligenti, utilizzando l'architettura Intel e le soluzioni Energywise e IP Network di Cisco. GE promuove l'Internet industriale integrando tecnologie Intel, come quelle per la sicurezza, i gateway e i componenti di sistemi embedded, con la piattaforma Predix di GE, per settori quali sanità, energia, trasporti e altro ancora. Ancora, per favorire lo sviluppo di soluzioni sicure dall'edge al cloud, Intel e IBM collaborano per ottimizzare le soluzioni IBM Bluemix, IBM Internet of Things Foundation e Intel Galileo e gateway Intel per la sicurezza end to end e per accelerare il time to market.  Inoltre, il database IBM Informix è ora disponibile per i dispositivi edge basati su Intel Quark ed è incluso nel SDK Intel Quark.

Infografica di IoT

Intel sta trasformando gli oggetti di uso quotidiano in dispositivi connessi, utilizzando soluzioni gateway Intel. Oggi, Intel e il suo ecosistema hanno più di 25 soluzioni gateway disponibili per i mercati dei maker, trasporti, industria e retail. Questi prodotti sono basati su schede di sviluppo Intel Galileo nonché processori Intel Atom e Intel Quark e includono software integrato di McAfee e Wind River. L'85% di tutti i dispositivi non sono connessi, e i gateway porteranno rapidamente miliardi di questi dispositivi nell'Internet delle cose.

All'edizione 2014 dell'Intel Developer Conference (IDF) di San Francisco, Doug Davis di Intel evidenzia 10 tra le migliori applicazioni IoT basate su architettura Intel, che spaziano dal tracciamento di rinoceronti ai distributori di pasticcini. Tre di queste soluzioni basate su architettura Intel vengono presentate all'IDF.

Sedia a rotelle connessa - Tramite il programma Intel Collaborators, un team di ingegneri (stagisti) di Intel ha progettato una piattaforma personalizzata in grado di trasformare le tradizionali sedie a rotelle in macchine connesse guidate dai dati. Utilizzando il kit di sviluppo Intel Galileo e le soluzioni gateway di Intel per l'IoT, il team ha creato un prototipo di una sedia a rotelle che consente di raccogliere informazioni biomediche dall'utente, oltre a informazioni meccaniche dalla sedia stessa, che possono poi essere analizzate. Il team ha inoltre creato un'applicazione che consente agli utilizzatori della sedia a rotelle di mappare e valutare l'accessibilità dei luoghi, ottimizzando ulteriormente l'esperienza utente.

Sedia a rotelle con IoT

Sistema SteadyServ iKeg - Il sistema SteadyServ iKeg basato su tecnologia Intel utilizza RFID e sensori per raccogliere dati dai fusti di birra e fornire un riscontro ai titolari di bar sulla situazione delle scorte, aggregando allo stesso tempo i dati di mercato per aiutare distributori e produttori di birra a offrire un servizio migliore ai clienti sulla base di specifici gusti.

Soluzione per la gestione delle “flotte” - Intel e Vnomics stanno sviluppando soluzioni personalizzate per il settore dei trasporti e della logistica, che consentono di gestire e monitorare i dati sul parco macchine. Utilizzando una tecnologia integrata di Intel, Vnomics ha raggruppato sensori, dispositivi intelligenti e analisi dei dati in tempo reale per aumentare l'efficienza dei camion. Saia Inc., importante operatore nel settore dei trasporti interregionali, ha registrato un incremento del 6% nell'ottimizzazione del carburante, con un risparmio di circa 15 milioni di litri all'anno, connettendo tutto il parco macchine con i gateway Vnomics.

Utilizzando soluzioni integrate e kit di sviluppo come il kit di sviluppo di soluzioni gateway Intel per l'IoT, la scheda di sviluppo Intel Galileo e il kit di sviluppo Intel per l'IoT, gli sviluppatori possono creare nuovi dispositivi intelligenti come questi e contribuire a realizzare il futuro connesso dell'Internet delle cose.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy