HP dm1z non in ItaliaNel mare magnum degli ultraportatili, HP dm1z con piattaforma AMD Fusion avrebbe costituito un prodotto di sicuro interesse. HP Italia, però, ci conferma che il modello in questione non sarà commercializzato in Italia.


Di netbook ormai ce ne sono a bizzeffe e di diverse tipologie, ma la maggior parte adotta soluzioni hardware simili ed economiche, per vincere la concorrenza. Hewlett Packard ha recentemente presentato la propria interpretazione di netbook AMD-based, che prende il nome di HP dm1z. Come sempre, quando si parla della multinazionale americana, il risultato è stato un prodotto di grande interesse, grazie ad una realizzazione sopra la media e ad una dotazione hardware diversa dal solito e più performante.

HP Pavilion dm1z

Linee pulite, assemblaggio e finiture curate permettono al dm1z di emergere dalla massa dei prodotti della stessa categoria. Lo chassis infatti prevede l'uso e l'accostamento di resina plastica e vetro, con un tocco di raffinatezza sconosciuto alla maggior parte dei prodotti concorrenti. Inoltre la resina utilizzata offre una robustezza molto simile al metallo, migliora il look&feel e permette al contempo di contenere il peso in soli 1.5 Kg e lo spessore totale in meno di 3 cm.

Aprendo HP Pavilion dm1z poi si possono scoprire alcuni particolari degni di nota, come la tastiera completa con elementi ad isola, che favorisce una digitazione più veloce e precisa, un grande touchpad e un display con risoluzione di 1366 x 768 pixel e diagonale di 11.6 pollici in luogo dei classici 10.1". La dotazione è caratterizzata dalla presenza della piattaforma AMD Fusion con APU Zacate E-350, che offre performance migliori rispetto alla classica soluzione Intel Atom, soprattutto in ambito multimediale, grazie alla GPU integrata che ha caratteristiche tecniche superiori all'IGP dell'Atom.

A conferma di ciò è presente, oltre ad un'uscita VGA, anche una uscita video digitale HDMI, totalmente sconosciuta al mondo degli ultraportatili. 3 porte USB, un multi card reader, un hard disk da 320 GB, WiFi ed Ethernet LAN completano la dotazione tecnica. Il tutto perfettamente raffreddato grazie alla tecnologia HP Cool Sense, mutuata dai modelli di fascia più alta, che prevede la gestione automatica della ventola interna, in modo da aumentarne la velocità di rotazione man mano che aumenta il carico di lavoro. La società americana propone HP dm1z ad un prezzo di 499 dollari.

Purtroppo però non vedremo questo netbook sul mercato italiano, come ci ha confermato HP Italia. Un vero peccato per la vasta utenza degli ultraportatili che avrebbe potuto trovare in HP Pavilion dm1z una validissima alternativa ai più spartani netbook, con una differenza di costo di appena cento euro. Chi fosse comunque interessato all'acquisto, può effettuare il suo ordine in qualche store americano o europeo, rinunciando a software e tastiera italiana.

Commenti