Home News Firefox Namoroka: Electrolysis per evitare i crash

Firefox Namoroka: Electrolysis per evitare i crash

Firefox Namoroka con tecnologia ElectrolysisAnche se la Release Candidate 1 di Firefox 3.5 Shiretoko è stata resa disponibile al download da ieri e si attendono le nuove RC con una versione finale per fine giugno/inizio luglio, Mozilla ci fornisce altre informazioni sul successore, nome in codice Namoroka.

Firefox Namoroka, che dovrebbe essere battezzato come Firefox 3.6 o 4.0, porterà molti elementi nuovi, sia interni al codice di programmazione e sia visibili attraverso la sua interfaccia. Questo nuovo browser della fondazione Mozilla sarà fornito di una tecnologia per l'isolamento dei processi, codificata Electrolysis. Damon Sicore, direttore del dipartimento di ingegneria, spiega che Electrolysis permetterà di ridurre sensibilmente il numero di crash. Come? Semplicemente isolando ogni pagina e plug-in.

Forefox aggiornamento

Namoroka potrà così continuare a funzionare anche se una tab o un plug-in ha qualche problema, mentre adesso tale situazione causa un crash irreversibile del browser. La prima fase di sviluppo di Electrolysis si concentrerà sull'isolamento dei plug-in come Flash. Sicore segnala che questa fase avanza più rapidamente del previsto e che un prototipo dovrebbe essere rilasciato entro la fine del mese di Luglio. La seconda fase riguarderà le schede o tab: ciascuna di loro sarà isolata con un processo proprio ed unico. In questo caso, il sample non sarà concluso prima della fine dell'anno.

Damon Sicore aggiunge che una parte del team lavora all'elaborazione di una versione a 64bit per Mac OS X e dovrebbe dunque interessare gli utenti Mac il cui computer integrerà Mac OS X 10.6 Snow Leopard. Nessuna informazione invece per Firefox 64bit per Linux o Windows. A questo riguardo Mike Beltzner, direttore di Firefox, dichiara che Windows a 64bit è una piattaforma non ancora ufficialmente supportata. Si spera tuttavia che ciò cambierà presto con l'arrivo di Windows 7.

Come abbiamo visto in passato, Firefox Namoroka porterà altre novità come un miglioramento delle prestazioni con un minore tempo di boot, di apertura della pagine web e di reattività nell'interazione con l'interfaccia grafica. Da un punto di vista grafico, questo browser sarà meglio integrato nei sistemi operativi sui quali è installato e potrà anche servirsi di applicazioni presenti sull'OS. I temi e le estensioni saranno più facili da realizzare e sarà presente un sistema di raccomandazione dei plug-in da installare.

Sarà anche possibile organizzare il browser secondo le proprie necessità o i lavori che si desiderano svolgere. Le frontiere tra applicazioni web e software/applicazioni installati sul computer dovrebbero essere eliminate. Se Firefox 3.5 è atteso in versione finale per quest'estate, sarà necessario attendere almeno fino ad inizio 2010 per poter scaricare una delle prime versioni di  Firefox Namoroka.

 

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy