Android si allarga con Sony Ericsson La coalizione Google's Open Handset Alliance per lo sviluppo e la promozione del sistema operativo per smartphone Google Android ha annunciato l'arrivo di 14 nuovi membri, tra i quali spiccano nomi importanti come ARM, ASUSTek, Atheros, Ericsson, Sony Ericsson, Garmin, Toshiba e Vodafone.

E' passato poco più di un anno dalla presentazione ufficiale di Android, la piattaforma open source per dispositivi mobile prodotta da Google, e di Google's Open Handset Alliance, la coalizione di compagnie telefoniche, produttori di software, dispositivi e chip che hanno deciso di sostenere il progetto impegnandosi nella sua promozione ed evoluzione. Nel mese di ottobre 2009 è stato invece effettuato il lancio del primo smartphone Android based negli Stati Uniti, il T-Mobile G1 basato sull'HTC Dream (ricordiamo che HTC è uno dei primi 34 membri di Open Handset Alliance).

Google's Open Handset Alliance

La popolarità e l'apprezzamento verso Android sono cresciuti in maniera esponenziale, tanto che l'Open Handset Alliance ha annunciato l'arrivo di 14 nuovi membri, tra cui spiccano nomi eccellenti: AKM Semiconductor Inc., ARM, ASUSTek Computer Inc., Atheros Communications, Borqs, Ericsson, Garmin International Inc., Huawei Technologies, Omron Software Co. Ltd, Softbank Mobile Corporation, Sony Ericsson, Teleca AB, Toshiba Corporation e Vodafone.

Si tratta di veri e propri colossi, il cui interessamento non può far altro che denotare l'incredibile attrattiva del progetto; la fiducia concessa a Google da parte dei nuovi membri permetterà al gigante di Mountain View di beneficiare di un importante apporto. Le quattordici compagnie infatti porteranno un contributo significativo nello sviluppo del codice per applicazioni, driver e servizi di Android, e si occuperanno della realizzazione di dispositivi compatibili con la piattaforma.

In particolare, la presenza di numerosi leader del proprio settore, come ad esempio Garmin per i sistemi GPS ed ARM per lo sviluppo di microprocessori a basso consumo per dispositivi ultramobile (ricorderemo il recente annuncio della nuova architettura Cortex A8), permetteranno ad Android di concorrere ad armi pari con i sistemi operativi che al momento detengono le maggiori quote di mercato; RIM, Microsoft, Nokia ed Apple sono tra i primi ad osservare con preoccupazione  l'evoluzione del pupillo di Google.

 

Google News
Le notizie e le recensioni di Notebook Italia sono anche su Google News. Seguici cliccando sulla stellina

Commenti