Home Articoli Tablet e notebook Panasonic Toughbook e Toughpad presentati a Milano

Tablet e notebook Panasonic Toughbook e Toughpad presentati a Milano

Panasonic Toughbook e Toughpad, presentazione a Milano della gamma per il 2012Con un evento tenutosi a Milano, Panasonic ha mostrato tutta la propria linea di notebook, convertibili, tablet rugged e semi rugged destinati all'utenza business che necessita non solo di device potenti ma soprattutto affidabili e utilizzabili anche in ambienti "estremi" come cantieri, industrie etc. Foto e video live.

La Fonderia Napoleonica di Milano ha fatto da cornice alla presentazione della linea di notebook, convertibili e tablet Panasonic per il 2012. Muri di mattoni rossi, ripiani di granito, tavolacci e altri reperti di archeologia industriale hanno costituito uno sfondo perfetto per i device del produttore nipponico, da sempre caratterizzati dalla rispondenza agli standard militari di resistenza a urti, cadute e infiltrazioni di liquidi e polvere e destinati quindi all'impiego in ambienti lavorativi difficili, dove la robustezza è un criterio fondamentale.

Fonderia napoleonica a Milano

Tra i notebook erano presenti tutti i modelli semi rugged e rugged della famiglia ToughBook, tra cui i CF-53 e CF-31, affiancati dai convertibili CF-C1, CF-19 e dai tablet CF-D1, CF-H2, nonché dal ToughPad FZ-A1, basato su Android e dall’UMPC ToughBook CF-U1.

Dall'UMPC ai notebook full rugged, passando per i tablet: ecco la gamma Panasonic Toughbook per il 2012

Panasonic ToughPad FZ-A1

Diverso da tutti i device della famiglia Toughbook, il ToughPad FZ-A1 è invece un tablet Android based con schermo da 10.1 pollici in formato 4:3 con risoluzione da 1024 x 768 pixel, con digitizer Wacom sensibile alla pressione, che rende dunque il dispositivo adatto anche a tutti quei professionisti che necessitano di gestire documenti con firma elettronica autografa.

Nonostante anche in questo caso si tratti di un tablet full rugged rispondente agli standard di affidabilità militari, specificamente alla normativa MIL-STD-810G con un grado di protezione IP65 che lo rendono resistente a cadute da 120 cm, alle infiltrazioni di acqua e polvere e a temperature estreme, il ToughPad si presenta più elegante e meno "estremo" nell'aspetto, rispetto alle altre soluzioni Panasonic.

Il tablet Android Panasonic Toughpad FZ-A1

All'interno troviamo un SoC Marvell con processore dual core da 1.2 GHz, 1 GB di RAM e storage da 16 GB, espandibile tramite memorie di tipo microSD. Interessante anche la presenza di porte di diverso tipo, HDMI, USB, jack audio, tutte protette da sportelli a tenuta stagna, la possibilità di sostituire la batteria, protetta da uno sportello con 12 viti e l'integrazione dei moduli Bluetooth 2.1+EDR, mentre WiFi, GPS e tecnologia 3G broadband mobile sono opzionali. Il dispositivo offre poi come detto il sistema operativo Google Android in versione 4.0 Ice Cream Sandwich ed ha un'autonomia massima di 10 ore. Infine, grazie alle capacità di crittografia via hardware dei dati e al software Red Band Mobile Management il ToughPad FZ-A1 offre un livello di sicurezza decisamente superiore ai normali tablet Android.

I due tablet Panasonic Toughpad FZ-A1 e Toughbook CF-D1 insieme

Panasonic ToughBook CF-53

Passando invece alla serie Toughbook, che forse è la più nota famiglia di notebook semirugged e rugged del mercato, partiamo proprio dal semirugged CF-53, un 14 pollici con risoluzione HD, disponibile anche con pannello di tipo touch. La scocca, caratterizzata dalle tipiche linee squadrate di tutti i ToughBook e realizzata in lega di magnesio, può resistere a cadute da un'altezza massima di 76 cm ed ha tastiera e touchpad resistenti alle infiltrazioni di liquidi.

Il coperchio corazzato del notebook Panasonic Toughbook CF-53 e sullo sfondo gli altri portatili della serie professionale

Tra le sue diverse caratteristiche annovera una comoda maniglia a valigetta per il trasporto, gli sportelli a protezione di tutte le porte e la presenza di una porta seriale, utile in ambito professionale, per interfacciare il device con i più comuni dispositivi industriali come scanner di codici a barre, centraline elettriche etc. Questo è anche il primo ToughBook il cui processore è stato aggiornato alla nuova generazione di prodotti Ivy Bridge di Intel, in particolare il nuovo laptop Panasonic integra un processore Intel Core i5-3220 dual core, abbinato a 4 GB di memoria RAM e a un hard disk da 500 GB a 7200 RPM.

Panasonic Toughbook CF-53 aperto

Panasonic ToughBook CF-C1

Il notebook CF-C1 invece ha la peculiarità di avere lo schermo ruotabile di 180°, che ne fa un convertibile trasformabile in slate, anche grazie al display da 12.1 pollici, disponibile in due versioni, una con pannello adatto sia ad essere usato con le dita che col pennino e l’altro di tipo resistivo, particolarmente indicato per i luoghi di lavoro in cui si indossano guanti protettivi.

La scocca ruggedized ma al tempo stesso leggera e dalle dimensioni contenute e la comoda maniglia ergonomica presente sul fondo, che consente di impugnarlo con sicurezza con una sola mano, lo rendono un device adatto ai mobile workers e al personale sanitario, come medici o infermieri, ma anche a segretarie e altri professionisti del settore business. La sua dotazione prevede un veloce dual core Sandy Bridge Intel Core i5-2520M da 2.5 GHz, abbinato a 4 GB di RAM e a un hard disk da 320 GB. Inoltre il CF-C1, in un peso di soli 1.69 Kg, integra anche due slot per batterie di tipo hot swap, che possono cioè essere sostituite senza necessità di spegnere il notebook stesso e che portano l'autonomia totale del ToughBook a 12 ore.

Panasonic Toughbook CF-C1

Panasonic ToughBook CF-31

Il ToughBook CF-31 è invece un portatile full rugged con chassis ultraresistente che risponde alle severe normative militari MIL-STD 810G e IP65, che lo rendono resistente a cadute da 180 cm ed offrono una protezione completa contro acqua, polvere, vibrazioni e temperature estreme. Il display ha una diagonale di 13.3 pollici e una risoluzione di 1024 x 768 pixel, con un valore di luminanza di ben 1200 cd/m2, così da offrire un'ottima leggibilità anche all'aperto.

Due i processori disponibili, o l'Intel Core i5-2520M o il più potente Core i5-2540M, entrambi dual core e con supporto alla tecnologia Intel vPro, appositamente sviluppata per l'ambito enterprise, in cui garantisce sicurezza dei dati e gestione da remoto dei problemi tecnici. In questo caso inoltre troviamo anche una valida sezione grafica, affidata alla scheda video dedicata AMD Radeon HD 6750M.

Panasonic Toughbook CF-31 Full Rugged

Completissimo anche il networking, che prevede i moduli Gigabit Ethernet LAN, WiFi 802.11n e Bluetooh, oltre a quelli opzionali per HSPA+, WWAN, WiMAX, seconda LAN e GPS. Il ToughBook CF31 è anche dotato di unità ottica ed ha un'autonomia massima di 12.5 o 13.5 ore, a seconda della configurazione selezionata.

Telaio full rugged del notebook Panasonic Toughbook CF-31

Panasonic ToughBook CF-19

Il CF-19 è invece la controparte convertibile dei modelli full rugged. In questo caso lo schermo touch ha una diagonale di 10.1 pollici ed utilizza la tecnologia Panasonic Transflective Plus, che permette di sfruttare la luminosità ambientale per aumentare la propria, così da risultare sempre leggibile anche all’aperto o in ambienti fortemente illuminati. Il pannello infatti raggiunge le 500 cd/m2, che possono aumentare fino a 6500 cd/m2 a seconda delle condizioni di luminosità, inoltre è possibile anche montare sullo schermo un filtro polarizzatore circolare per ridurre i riflessi.

Panasonic Toughbook CF-19 e CF-31 affiancati

Anche in questo caso troviamo una piattaforma hardware costituita da processore Intel Core i5-2520M, 4 GB di RAM DDR3 e hard disk da 320 GB a 5400 RPM e una dotazione è molto simile a quella del fratello maggiore CF-31, ad eccezione dell'unità ottica, qui assente.

Il tablet convertibile rugged Panasonic Toughbook CF-19

Panasonic ToughBook CF-D1

Il ToughBook CF-D1 è uno slate full rugged basato sul sistema operativo Microsoft Windows 7 e pensato soprattutto per l'impiego in quei contesti come le officine in cui si svolgono attività di diagnostica di veicoli e macchinari industriali, anche militari. In questo caso troviamo un display touch da 13.3 pollici con risoluzione HD da 1366 x 768 pixel in due versioni, una da 400cd/m2 e una più adatta per l'uso all'aperto, da 1000 cd/m2 e una scocca spessa ben 46 mm, con un peso di 2.25 Kg, entrambi dovuti proprio alla particolare struttura resistente a urti e cadute, conforme agli standard militari più stringenti.

Panasonic Toughbook CF-D1 è un tablet da 13 pollici

Anche in questo caso la configurazione hardware è la stessa appena vista per gli altri modelli, mentre tra le porte è da ricordare la presenza di una seriale. La connettività invece è garantita dai moduli Intel Centrino Advanced-N 6205 AGN WLAN e Bluetooth 2.1+EDR, mentre l'Ericsson F5521gw 3G e il GPS sono opzionali. La sicurezza è garantita dai moduli Intel AMT e vPro, opzionale, dal lucchetto di sicurezza Kensington, dai lettori di impronte digitali e di Smartcard, entrambi opzionali e dalle security utility di Panasonic.

Penna Wacom del tablet Toughbook CF-D1

Panasonic ToughBook CF-H2 Field

Un altro tablet Windows based è invece il modello CF-H2, pensato per impieghi da campo e dotato di una comoda maniglia sul retro che consente di impugnarlo con una sola mano. Il display da 10.1 pollici ha una luminanza elevatissima, Panasonic infatti parla di ben 6.000 nit di luminanza in ambienti da 200.000 lx, sempre grazie alla tecnologia Transflective Plus, ed è disponibile in due versioni, dual touch (digitizer con pennino induttivo e touchscreen) o con il solo touchscreen.

Profilo dello slate Panasonic Toughbook CF-H2

Passando alla dotazione troviamo un processore Intel vPro Core i5-2557M, 2 GB di memoria RAM, espandibile però fino a 8 GB e hard disk da 160 GB o, in alternativa, SSD da 128 GB. Chiudono la dotazione le porte USB, LAN e seriale, mentre eventuali sensori contactless per smartcard, sensori biometrici per la lettura delle impronte digitali, lettori RFID e fotocamera da 3 Mpixel sono tutti opzionali. La connettività prevede, oltre alla Ethernet LAN, al modulo WLAN e a quello Bluetooth, anche quelli 3G e GPS, opzionali. Il ToughBook CF-H2 inoltre è dotato di due vani per batterie di tipo hot swap che dovrebbero assicurare un'autonomia massima di circa 10 ore.

Il lato posteriore del tablet Panasonic Toughbook CF-H2

Panasonic ToughBook CF-U1

Molto particolare è anche questo ToughBook, che difatti è un UMPC. Lo schermo in questo caso ha una diagonale di 5.6 pollici con risoluzione di 1024 x 600 pixel. La soluzione è caratterizzata dalla presenza di una tastiera fisica e dalla possibilità di collegare su uno dei lati lunghi una docking station di tipo PIMD (Person identification Mini Dock) con scanner OCR per passaporti a 2-3 righe e lettore RFID ad alta velocità, che può inoltre integrare opzionalmente anche un sensore biometrico per la lettura delle impronte digitali e un lettore smartcard, caratteristiche che la rendono particolarmente adatta ad esempio per l'impiego in stazioni di polizia di frontiera.

Porte e sensori sul lato superiore del Panasonic Toughbook CF-U1

Nonostante il form factor ridotto poi il CF-U1 è anche dotato di sistema operativo Windows 7 e processore Intel Atom Z530 da 1.6 GHz, 2 GB di RAM e SSD da 64 GB, il tutto contenuto in una scocca in lega di magnesio con rivestimento in ABS ed elastomero, che risponde alle certificazioni MIL-STD-810G IP54.

Panasonic Toughbook CF-U1 è uno dei pochissimi UMPC rugged presenti sul mercato

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy