Home News Intel Core i7, i5, i3 2000, i nuovi processori Sandy Bridge

Intel Core i7, i5, i3 2000, i nuovi processori Sandy Bridge

Intel Core i7, i5, i3 2000, i nuovi processori Sandy BridgeSi tratta, al momento, di mere indiscrezioni ma stanno circolando in queste ore delle voci che vorrebbero alcuni processori Intel Sandy Bridge, con denominazione commerciale Intel Core i7, i5, i3 2000, compatibili con il socket LGA 1155. Sarà vero?

Secondo i piani commerciali di Intel, i processori appartenenti all’architettura Sandy Bridge dovrebbero fare la loro comparsa sui mercati nel 2011. In queste ore, però, stanno circolando in Rete alcune indiscrezioni che riguarderebbero dei modelli compatibili con il nuovo socket LGA 1155 e che potrebbero costituire quella che viene chiamata serie Intel Core i7/i5/i3- 2000.

Intel Sandy Bridge

Il chipmaker californiano, dal canto suo, non ha confermato ufficialmente la notizia. Sono circolate anche le sigle ed alcune caratteristiche tecniche che riportiamo di seguito:

  • Core i7 2600: quad-core con Hyper-Threading, 3,2 GHz, 8 MB di cache L3
  • Core i5 2400: quad-core senza Hyper-Threading, 3,1 GHz, 6 MB di cache L3
  • Core i5 2500: quad-core senza Hyper-Threading, 3,3 GHz, 6 MB di cache L3
  • Core i3 2100: dual-core con Hyper-Threading, 3,1 GHz, 3 MB di cache L3
  • Core i3 2120: dual-core con Hyper-Threading, 3,3 GHz, 3 MB di cache L3

Come si può notare, sarebbero previsti modelli Dual e Quad Core con o senza tecnologia HyperThreading. La frequenza di clock sarebbe, per tutti i modelli, superiore ai 3 GHz. Il socket utilizzato sarà LGA 1155. Ricordiamo, a titolo informativo, che il processo produttivo a 32 nanometri Sandy Bridge di Intel è comunque destinato a sostituire gli attuali modelli di classe Westmere e sarà commercializzato nel 2011 (la produzione è prevista entro la fine dell’anno in corso).

Considerando che il lancio ufficiale delle nuove soluzioni Intel non è poi così vicino, anche se queste indiscrezioni dovessero essere confermate, non ci sarebbe una garanzia sulla effettiva produzione di questi modelli. Il produttore, infatti, potrebbe decidere di cambiare la sua politica commerciale: ne avrebbe tutto il tempo. Ricordiamo anche che nei giorni scorsi abbiamo pubblicato un articolo dove riportavamo alcune voci circa l’intenzione del chipmaker californiano di abbandonare, proprio nel 2011, i processori della classe Celeron. Intel ha smentito tale informazione.

Commenti (0) 

RSS dei commenti
Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy