Home Articoli HP Pavilion G6: prezzo, modelli e specifiche in Italia

HP Pavilion G6: prezzo, modelli e specifiche in Italia

HP Pavilion G6: prezzo, modelli e specifiche in ItaliaDopo avervi presentato i nuovi HP Pavilion dv6 e dv7, ci concentriamo oggi sulla nuova famiglia di notebook consumer economici dell'azienda americana, HP Pavilion G6. Vediamone insieme i modelli, le caratteristiche tecniche e i prezzi, previsti per il mercato italiano.

Hewlett Packard è un brand che non ha bisogno di presentazioni, essendo uno dei più grandi vendor mondiali di PC preassemblati e di notebook. Dopo la presentazione in anteprima dei computer portatili Pavilion dv6 e dv7, Massimo Valle, Consumer Notebook Area Category Manager e Personal Systems Group di HP Italia ci illustra il nuovo HP Pavilion G6, un notebook con diagonale da 15.6 pollici, profondamente rinnovato nel design e nella piattaforma, sintesi di innovazione e affidabilità.

HP Pavilion G6 colori

HP Pavilion G6 si propone rivoluzionato rispetto al passato sin dall'aspetto: materiali e linee infatti sono stati completamente ripensati per renderli più moderni. Il design è più "minimal" e lineare, un gran lavoro è stato svolto dagli ingegneri HP per rendere le sue forme sinuose, sottili e prive di eccessivi dettagli che distraggono dall'essenzialità e dalla purezza delle linee. Sulla cover ad esempio c'è solo il piccolo logo HP, posto in un angolo, per lasciare all'occhio campo libero sui nuovi sette colori scelti per le scocche, tutti trendy: blu, indaco, fucsia, lilla, argento, rosso e oro.

Ovviamente, il colore che più facilmente sarà reperibile nelle grandi catene sarà l'argento che, stando alle statistiche, incontra addirittura il 95% dei gradimenti. Il profilo è ovviamente molto sottile e cover e piano tastiera presentano una finitura lucida, che conferisce omogeneità alle scelte estetiche di Pavilion G6, contribuendo ad aumentare quella sensazione di sobrietà ed eleganza già espressa nelle forme. HP Pavilion G6-1000 è molto snello: il peso, che varierà a seconda della configurazione scelta, parte da 2.55 Kg, mentre le dimensioni sono di 374 x 245 x 30 mm, anch'esse suscettibili di piccole variazioni a seconda della dotazione selezionata.

HP Pavilion G6 interfacce

I materiali impiegati sono assemblati perfettamente, aumentando quel senso di appagamento e di qualità generale. Tutto merito della filosofia di progettazione denominata “M.U.S.E.” (Materials, Usability, Sensory appeal and Experiences), che prevede l'impiego e l'accostamento di materiali diversi come metalli, leghe e materie plastiche per la realizzazione dell'intero corpo del notebook. Completo il parco di connessioni che Pavilion G6 ospita sui lati, con 3 porte USB, uscita video DVI, HDMI, plug RJ45 per la connessione alla LAN, multi-card reader e masterizzatore DVD LightScribe SuperMulti con supporto Double Layer, oltre ai due jack per Line In e Out.

In particolare la presenza dell'uscita HDMI e del multi-card reader ne fanno un prodotto ideale per l'uso multimediale casalingo, permettendo ad esempio di riprodurre video full HD sul display principale di casa o di gestire i diversi tipi di memorie che normalmente equipaggiano i vari dispositivi hi-tech che popolano normalmente le nostre vite. Aprendo il notebook poi, si può apprezzare la tastiera con elementi ad isola, molto più comodi ed efficaci durante la digitazione rispetto ai classici troncopiramidali, inserita in un'elegante modanatura.

HP Pavilion G6 profili

Il touchpad esteso, con supporto alle gesture multitouch, è collocato a filo della scocca, da cui è quasi indistinguibile, così come i due pulsanti di selezione posti sul suo bordo inferiore, un tocco di raffinatezza che testimonia la cura realizzativa che HP ha profuso in questo nuovo modello. Come accennato in apertura il display è un 15.6 pollici in formato 16:9 retroilluminato a LED, con risoluzione di 1366 x 768 pixel e finitura glossy, che HP chiama HD BrightView e che esalta la saturazione e la brillantezza dei colori a schermo, risultando quindi particolarmente adatto alla visione di film o video, sia da soli che in compagnia, grazie all'ampia superficie offerta dal display.

Sulla cornice, nera opaca, in piacevole contrasto con la finitura lucida del piano tastiera, è inserita la webcam da 0.3 mpixel e il relativo microfono. Passiamo ora alla piattaforma hardware, che sarà molto varia per offrire la massima flessibilità di configurazione, in modo da incontrare le esigenze più disparate di prezzo e prestazioni da parte dell'utenza. I processori messi a disposizione per il nuovo HP Pavilion G6 saranno infatti diversi, sia AMD che Intel.

HP Pavilion G6 touchpad

Della prima si potrà scegliere tra una vasta gamma di modelli, dalla versione entry-level AMD P300, fino ai più nuovi e performanti AMD Phenom II X4 P960, quad core con frequenza di lavoro di 1800 MHz e 25 W di TDP massimo. Per quanto riguarda Intel invece saranno disponibili sia soluzioni basate sul precedente core Calpella che sul recente Sandy Bridge (piattaforma Huron River), con processori della famiglia Core i3 e i5 che garantiranno un ottimo livello di prestazioni unito a una buona autonomia.

Il quantitativo di RAM DDR3 previsto è di 4 GB, più che sufficiente su un notebook di questa fascia, adatto a far girare molte applicazioni o programmi pesanti come ad esempio Adobe Photoshop, senza il minimo rallentamento. Per quanto riguarda il sistema video la buona notizia è che Pavilion G6 non farà uso del sottosistema grafico integrato nelle CPU Intel Sandy Bridge, ma offrirà invece delle schede grafiche discrete serie AMD Mobility Radeon HD 6000 con quantitativi di RAM dedicata fino a 1 GB, che garantiranno quindi ottime prestazioni anche con i filmati Full HD e perchè no, in accoppiata con un processore di buona potenza, permetteranno anche di giocare agli ultimi titoli videoludici senza compromessi eccessivi riguardo la qualità grafica.

HP Pavilion G6 argento

Gli hard disk selezionati per questo nuovo modello avranno tagli compresi tra 320 e 500 GB e velocità di rotazione dei piattelli da 7200 rpm in luogo dei meno performanti e più diffusi dischi da 5400 rpm, offrendo così un ottimo compromesso tra capienza e prestazioni. Chiudiamo con la connettività, che sul nuovo Pavilion G6 è davvero completa, prevedendo sia la Ethernet LAN 10/100 che il wireless 802b/g/n. La batteria infine è una versione a 6 celle agli ioni di Litio che dovrebbe assicurare un'ottima autonomia, pari a circa 6.30 ore.

Il sistema operativo preinstallato è Microsoft Windows 7 Home Premium. HP Pavilion G6 sarà disponibile sul mercato italiano già a partire dagli inizi del prossimo mese, con un prezzo molto interessante e aggressivo, che potrà variare tra i 449 e i 599 €, ovviamente IVA inclusa, a seconda della configurazione scelta, costituendo così di fatto, nell'ambito dell'offerta HP, il prodotto col miglior rapporto qualità/prezzo. Si tratta quindi di un ottimo notebook all-round, in grado di rispondere perfettamente a una vastissima tipologia di esigenze, perfetto sia per un uso quotidiano che per svolgere lavori di tipo Small Office/Home Office.

Non disdegna di essere utilizzato, nelle sue configurazioni più potenti, anche per fare ad esempio del video editing o, perchè no, come visto anche per far girare senza troppi compromessi qualitativi gli ultimi titoli videoludici, il tutto racchiuso in un corpo dalle linee piacevoli e attuali, essenziali e sobrie ma al tempo stesso giovani e glam, grazie alle nuove colorazioni proposte da HP.

Commenti (2) 

RSS dei commenti
Buongiorno, vorrei far presente il seguente problema, di cui a quanto pare non vi siete accorti nel recensire il prodotto. La linea di notebook HP Pavilion G6 ha un difetto, e cioè non è in grado di gestire dinamicamente il switch delle gpu grafiche, facendo si che la AMD Radeon dedicata non venga MAI utilizzata. Vi rimando ad un annuncio ufficiale di HP riguardante lo stesso problema presentatosi nella linea DV6: http://h30434.www3.hp.com/t5/N...-p/766285.
Approfittate magari e date un occhio al forum di supporto in quella categoria e troverete post di varie persone che si sono accorte del problema, tra i quali me.
Da parte mia ho provveduto a contattare direttamente il supporto di HP ed uno dei loro tecnici attraverso una sessione di desktop remoto ha fatto dei test riscontrando il problema e raccogliendo i dati per sottoporre le analisi al reparto di ricerca e sviluppo. Vi terrò informati degli sviluppi.
Il problema comunque è semplicemente software, i driver che dovrebbero gestire dinamicamente il switch apparentemente dovrebbero attivare la Radeon dedicata ma invece non lo fanno, ed è riscontrabile con dei sempli tool di diagnisi e di benchmark.  
Phino

Phino

dicembre 10, 2011

Devo rettificare quanto affermato nel commento precedente. A seguito di altri test e con il supporto di vari utenti di forum informatici, si è giunti alla conclusione che effettivamente la scheda grafica dedicata viene utilizzata. La gestione delle gpu grafiche non si basa sulle impostazioni settate dall'utente per il risparmio o meno dell'energia, ma semplicemente se l'applicazione lo richiede perchè altrimenti non andrebbe, la gpu dedicata viene attivata.
Mi scuso per aver fornito indicazioni errate su tale prodotto.  
Phino

Phino

dicembre 10, 2011

Scrivi un commento
Si deve essere connessi al sito per poter inserire un commento. Registratevi se non avete ancora un account.

busy