Yashi Mybook, ora con Windows 8 e Core i3Yashi lancia una nuova versione del suo ultraportatile Mybook, aggiornandolo con Windows 8 e processore Intel Core i3-3217U Ivy Bridge. Si parte da 560 euro (per la versione FreeDOS/Ubuntu Linux) fino a 840 euro (per quella con Windows 8 Pro).

Il primo ultraportatile Yashi Mybook fu lanciato nel luglio 2012, ma l'azienda italiana ha deciso di rinnovare il corredo hardware di questo notebook per renderlo più competitivo ed appetibile sul mercato. La scorsa settimana, infatti, Yashi ha presentato il nuovo Mybook con sistema operativo Windows 8 (e non più Windows 7) e processori Intel Ivy Bridge, al posto dell'ormai "trapassato" Intel Atom N2800. Il design è rimasto pressoché identico, sorprendendo per lo chassis in lega di alluminio e magnesio ed il peso di soli 1.35 grammi in 21 millimetri di spessore.

Yashi Mybook

Il nuovo Yashi Mybook quindi migliora nelle prestazioni, grazie al processore Intel Core i3-3217U da 1.8 GHz di ultima generazione che è in grado di gestire i più impegnativi applicativi con livelli eccellenti di risparmio energetico, mantendo sempre molto competitivo il prezzo di vendita, pari a 560 euro (nella versione FreeDOS/Ubuntu Linux), 756 euro (con Windows 8) e 840 euro (con Windows 8 Pro). La dotazione è comune a tutti e tre i modelli e prevede, oltre alla CPU Ivy Bridge, 2 o 4 GB di memoria RAM, 64 GB o 128 GB di memoria interna su drive SSD, display "Iride" da 13,3 pollici (1366x768 pixel) e batteria al Litio da ben 8400 mAh, per un'autonomia finale di (fino a) 8 ore di navigazione Web.

Con un'ergonomia d'uso ottimizzata per l'utilizzo in mobilità, Yashi Mybook offre le soluzioni necessarie per connettersi al web in modalità wireless, e ad ogni infrastruttura aziendale con la multimedialità adatta ad ogni livello di intrattenimento. Se siete interessati a questo ultraportatile, non potete perdere il video girato l'anno scorso sul modello con Atom.

Commenti