Windows XP ha ancora un anno di vitaTredici anni dopo il lancio, Windows XP andrà definitivamente in pensione l'8 aprile 2014, quando terminerà il supporto tecnico fornito da Microsoft. Redmond, quindi, non perde l'occasione per incoraggiare le aziende ad accelerare la migrazione dei propri PC ad una release più recente di Windows.

"Il supporto tecnico dedicato a Windows XP e Office 2003 si concluderà l'8 aprile 2014", ha dichiarato Microsoft questa settimana. Da quella data, non saranno più assicurati controlli per i prodotti e, soprattutto, patch per correggere problemi, malfunzionamenti e vulnerabilità. Gli aggiornamenti e i service pack pubblicati prima della scadenza rimarranno disponibili per il download, ma evenutuali nuove falle non saranno più gestite dalla casa di Redmond. L'utilizzo di Windows XP, dopo tale termine, sarà quindi "a rischio", ha sottolineato Microsoft, ricordando che il supporto è stato fornito per più di dodici anni, sin dal lontano 25 ottobre 2001.

Windows XP

 

Anche se la gran parte degli utenti consumer Windows ha già installato una nuova edizione del sistema operativo (principalmente Windows 7 o Windows 8), le aziende sono rimaste indietro. Nel settore professionale, nelle piccole e medie imprese, la frequenza di migrazione ad un OS più recente è sempre più lenta rispetto al rilascio di nuove versioni. Perchè? Oltre alla questione della compatibilità dell'hardware e del suo eventuale rinnovo, è necessario garantire la corretta gestione delle applicazioni professionali con un sistema operativo più recente e sviluppare lo scenario di migrazione. In questo caso, inoltre, il passaggio da Windows XP a Windows 7 o Windows 8 richiede l'installazione completa del sistema (e non un semplice aggiornamento, in cui i dati degli utenti possono essere memorizzati nel computer).

Microsoft quindi non perde l'occasione per esaltare Windows 8 e le sue nuove applicazioni mobile, pur indicando che una società che iniziato un programma di migrazione a Windows 7 ha per il momento  interesse a non cambiare scelta. Secondo Netmarketshare, Windows XP è ancora presente nel 38% dei computer di lavoro connessi ad Internet nel marzo 2013.

Commenti